Mercoledì 7 ottobre, alle 18, nella sala Corgnali della Joppi

Riparte il ciclo di incontri “Dialoghi in Biblioteca”

La rassegna di incontri con l'autore riparte con la presentazione del libro di Roberto Comoretto: Comoretto “Il miracolo, la fatica e l'incanto del vivere - Le peripezie di un bambino di Artegna che riuscì a diventare medico, perché riteneva che quella fosse un'arte divina”

Più che un lavoro, una dedizione, quella del medico (© )

UDINE - Con il mese di ottobre tornano in città gli appuntamenti della rassegna «Dialoghi in Biblioteca», organizzata dalla biblioteca civica e dall’assessorato alla Cultura. Mercoledì 7 ottobre, alle 18, la sala Corgnali della Joppi, in Riva Bartolini 5, ospiterà la presentazione del libro di Roberto Comoretto «Il miracolo, la fatica e l'incanto del vivere - Le peripezie di un bambino di Artegna che riuscì a diventare medico, perché riteneva che quella fosse un'arte divina», pubblicato quest’anno, in seconda edizione, dalla  Libreria al Segno di Pordenone. Dialogherà con l'autore Isabella Reale. 

L’intenso desiderio di diventare medico 
«Narro in presa diretta quello che nella memoria rimane delle mie radici e le vicende della mia lunga esistenza – così presenta il volume lo stesso autore –. Arrivato in un microcosmo misterioso e inquietante in cui ho fatto fatica ad ambientarmi, la mia curiosità non riusciva a ottenere spiegazioni esaurienti specialmente sul mistero della vita, della sofferenza e della morte. Ma ero affascinato da quello che l’esistenza e la natura offrivano ai miei occhi, il succedersi delle stagioni, le tante meraviglie dell’universo (…) l’amore e le attenzioni di cui ero circondato, gli amici e i divertimenti che la civiltà contadina allora offriva. (…) Gli indelebili ricordi del paese natale mi hanno inoltre portato a descrivere la mia Artegna degli anni Trenta. Ma ricordo pure la durezza della vita di allora e poi l’esperienza della tragedia di una guerra atroce vissuta anche sulla mia pelle, con la partecipazione alla Resistenza. Da qui l’intenso desiderio di diventare medico che coltivavo fin da bambino ebbe la sua conferma e poi la realizzazione, nonostante le incredibili peripezie attraversate».

L’autore
Roberto Comoretto è nato ad Artegna nel 1925 e vive a Pordenone. Libero docente in Clinica otorinolaringoiatrica all’università di Padova, autore di numerose pubblicazioni scientifiche, ha esercitato la professione di medico ospedaliero, sempre a tempo pieno, a Padova, Udine, Venezia, Pordenone e al Centro di Riferimento Oncologico di Aviano.