In Carnia

Alla scoperta del mondo dei cervi con la Polizia provinciale

I protagonisti di questa avventura all'aria aperta sono i ragazzi della scuola secondaria di I grado di Paluzza

Il gruppo di ragazzi con la Polizia provinciale (© )

PALUZZA - Con una serie di escursioni dedicate alla conoscenza degli habitat di alta montagna e all’ascolto del bramito dei cervi, è ripresa la collaborazione fra la Polizia provinciale e la scuola secondaria di I grado di Paluzza. Nei giorni scorsi, il personale della Polizia provinciale di Udine, insieme ai docenti della scuola, ha accompagnato nella zona di Pramosio i ragazzi di prima e seconda media all’interno del ‘regno dei cervi’, una zona incontaminata di proprietà regionale, nella quale vive quasi indisturbato un nutrito gruppo di ungulati.

La faticosa salita è stata intervallata dalle ‘lezioni’ su flora, fauna e geologia tenute dai guardiacaccia e dagli insegnanti. L’impegno dei ragazzi è stato immediatamente ricompensato dall’aver potuto vivere live uno degli spettacoli più intensi della natura, il bramito del cervo con avvistamenti relativamente vicini.
Il percorso di educazione ambientale intende diffondere fra i ragazzi della Val Bût la coscienza del valore della biodiversità e i principi ispiratori della ‘Rete Natura 2000’, che protegge e valorizza una parte significativa dei territori comunali di Cercivento, Ligosullo, Paluzza, Ravascletto e Treppo Carnico.

Negli anni scorsi le scoperte e le conoscenze degli studenti sono state presentate in una mostra didattica e nel 'Giardino evolutivo’, realizzato nel cortile della scuola, grazie alla collaborazione del ‘Cesfam’ di Paluzza, dove sono illustrate le tappe salienti di adattamento ed evoluzione dei vegetali, alla conquista delle terre emerse.
Le escursioni sono proseguite con il racconto di piccoli aneddoti e curiosità ‘naturali’ fino al rientro, avvenuto curiosando e zigzagando fra un gruppo di mucche al pascolo.