Fino al 23 ottobre 2015

“Spirito d’Armenia”: a palazzo Torriani inaugura la mostra fotografica di Graziella Vigo

L'inaugurazione si svolgerà sabato 17, alle 15.30. L'esposizione a ingresso libero accompagnerà il visitatore a esplorare un mondo nuovo

Palazzo Torriani, sede di Confindustria Udine (© )

UDINE - Dal 17 al 23 ottobre palazzo Torriani ospiterà la mostra fotografica di Graziella Vigo: «Spirito d’Armenia». Promossa dall’Ambasciata della Repubblica d’Armenia in Italia nella cornice degli eventi e commemorazioni  del 2015, con il supporto del Comune, della Camera di Commercio e di Confindustria Udine , la mostra è un invito al pubblico friulano a scoprire questo Paese, la sua storia, la sua tradizione, la sua cultura e i suoi paesaggi indimenticabili.

La mostra
Scattate tra l’Armenia contemporanea, il Nagorno Karabakh, e la Venezia del Collegio Armeno Moorat-Raphael a Dorsoduro e dell’isola di San Lazzaro degli Armeni col Monastero Mechitarista, le immagini di Graziella Vigo portano il visitatore a esplorare un mondo nuovo. È un invito a scoprire la vera essenza dell’Armenia: dai monasteri millenari, nascosti nel fondo delle valli, scavati nella roccia delle montagne, apparentemente vuoti e deserti, ma sempre vivi e aperti al culto della Chiesa cristiana più antica del mondo, alle immagini ingenue delle Madonne, fino agli khachkar, le croci di pietra, sbalzate, ricamate, incise nella caratteristica pietra rossa e grigia. Senza dimenticare l’Armenia contemporanea che emerge vivida nelle fotografie delle cerimonie più sacre, dei momenti di vita quotidiana, dei mestieri perduti, dei bambini vestiti a festa per il primo giorno di scuola, del mercato e dei contadini dal volto antico. E poi ancora il lavash, il tipico pane armeno, le focacce del Karabakh, la vendemmia e i panorami pieni di sole o sotto la neve. Il frutto del melograno è il simbolo di un Paese che ha resistito a secoli di invasioni, di usurpazioni e di massacri, qualche volta sconfitto ma mai vinto, ieri come oggi proiettato verso il futuro.

Graziella Vigo
Definita dal Wall Street Journal «una fotografa italiana contemporanea molto interessante», Graziella Vigo, autrice e curatrice della mostra è milanese di nascita e cittadina del mondo. Ha vissuto e studiato a Ginevra e a New York, qui, all’International Center of Photography, ha perfezionato l’arte del ritratto con Robert Mappletorpe. Giornalista e fotografa indipendente, cosmopolita per educazione e professione, ha viaggiato in tutti i continenti, sempre con la macchina fotografica in mano, la curiosità e la capacità di meravigliarsi. Dopo tanti anni di giornalismo specializzato, libri fotografici e mostre personali,    ecco l’incontro con l’Armenia e la pubblicazione di tre volumi: Armenia, I tesori di San Lazzaro e Karabakh il giardino segreto con le rispettive grandi mostre a Yerevan, Venezia, Milano, Rimini, Padova e ora a Udine.

Palazzo Torriani - Largo Carlo Melzi, 2 - Udine Ingresso libero Orario: domenica 18 ottobre dalle 10 alle 18; da lunedì 19 a venerdì 23 ottobre dalle 17 alle 21.