Buone notizie

Auto, +18,5% a Udine nei primi nove mesi del 2015

Riflessi positivi anche sull’Ipt incassata da palazzo Belgrado e sul gettito Iva per le casse regionali. Fontanini incontra Giorgio Sina, capo categoria auto Confcommercio Udine

Fontanini con Sina e Piacentini (© )

UDINE - Performance più che positiva nei primi 9 mesi del 2015 per il mercato dell’auto in provincia di Udine, che segna un +18,5% con un picco del +26% di immatricolazioni nel solo mese di settembre.
Risultati molto significativi certamente per il settore di cui beneficiano anche le casse di palazzo Belgrado che ha registrato, nello stesso periodo, un aumento di 1 milione di euro dell’Ipt incassata rispetto alla cifra preventivata dalla riscossione dell’imposta per il 2015 (pari a 12 milioni di euro).

Degli esiti favorevoli dell’annata, dell’incremento del gettito Ipt e dei risvolti ambientali connessi al rinnovo del parco auto con l’ingresso di mezzi meno inquinanti, hanno discusso nei giorni scorsi a palazzo Belgrado il presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini insieme a Giorgio Sina, capogruppo Auto, moto e ricambi di Confcommercio Udine.
L’andamento positivo di quest’anno permetterà al 31 dicembre 2015 un rinnovo complessivo pari a 28 mila veicoli (a livello regionale), una performance favorita anche dagli incentivi per l’acquisto di auto nuove, un plafond di complessivi 3 milioni di euro – ora esauriti – stanziato dalla Regione e ripartito tra le quattro Camere di Commercio provinciali per la gestione delle istanze.

«Una misura senza dubbio positiva – ha rimarcato Fontanini – che ci auguriamo venga riproposta in futuro per incentivare l’acquisto di nuove auto con emissioni sempre più contenute al fine di diminuire l’inquinamento. La misura, inoltre, ha favorito anche un significativo aumento del gettito Iva nelle casse regionali producendo quindi anche un beneficio economico per la regione».