Scopri dove trovarla

Polizia di prossimità, nuovi servizi per i cittadini con la stazione mobile

Il mezzo, dotato di innovative strumentazioni tecnologiche, sarà in grado di offrire una gamma di servizi fino a ora accessibili solo dal Comando. Honsell: «La Polizia svolge una funzione molto importante, ma è altrettanto importante che sia sempre più accessibile ai cittadini»

La nuova stazione mobile della Polizia locale (© )

UDINE - Una postazione mobile dislocata, con giornate e orari prestabiliti, in 17 luoghi della città. La possibilità di ricevere il pubblico direttamente in loco per poter espletare alcune pratiche come, ad esempio, il recepimento di denunce. Ma anche una presenza fisica degli agenti nei vari quartieri cittadini e la possibilità di intervenire con rapidità in caso di bisogno. Non più, o meglio non solo, quindi, il cittadino che va alla Polizia locale, ma la Polizia locale che va dal cittadino.
Con questo ‘slogan’ sono stati presentati, al parco Brun di Udine, alla presenza del sindaco Furio Honsell, dell'assessore all'Innovazione Gabriele Giacomini e del comandante della Polizia Locale del capoluogo friulano Sergio Bedessi, i nuovi servizi di prossimità della Polizia locale del capoluogo friulano. Servizi che saranno svolti all'interno della stazione mobile dotata anche delle più nuove tecnologie informatiche per erogare ai cittadini sempre più servizi nell'ottica di una maggiore efficienza, innovazione e sicurezza.

«La Polizia locale – commenta Honsell – svolge una funzione molto importante, ma è altrettanto importante che sia accessibile ai cittadini. Il Comune di Udine, dunque, sta sperimentando anche queste nuove modalità di presenza e di servizio per assicurare maggiore percezione di sicurezza e vicinanza ai cittadini stessi».
Diciassette, si diceva, i luoghi, selezionati sulla base di un'analisi del territorio, per il posizionamento della stazione mobile così da coprire l'intero comune, tra parchi, vie, piazze o nei pressi dei luoghi di aggregazione quali scuole, centri commerciali e chiese. «Il mezzo della Polizia locale – spiega il comandante Bedessi – sarà presente in luoghi di aggregazione sociale studiati con accuratezza, svolgendo anche una funzione di controllo del territorio circostante nonché di rassicurazione sociale. Senza contare – prosegue – che, in caso di emergenza, sarà in grado di muoversi autonomamente e provvedere immediatamente alle richieste di intervento».

La stazione mobile farà tappa a Godia (in via Genova 36, il lunedì dalle 11 alle 12.20), Beivars (via Bariglaria, sabato dalle 17 alle 19, giovedì dalle 14.30 alle 15.30), nei quartieri Riccardo di Giusto (c/o centro commerciale, giovedì dalle 9 alle 10.30), San Gottardo (via Cividale, giovedì dalle 11 alle 12.20), Laipacco (via Laipacco 169, mercoledì dalle 14.30 alle 15.30, venerdì dalle 17 alle 19), via Pradamano (piazzale Cavalcaselle, lunedì dalle 17 alle 19), Baldasseria Bassa (via Baldasseria Bassa, sabato dalle 9 alle 10.30, lunedì dalle 14.30 alle 15.30), Cussignacco (piazza Giovanni XXIII , sabato dalle 11 alle 12.20, mercoledì dalle 17 alle 19), Sant’Osvaldo (via Pozzuolo, martedì dalle 14.30 alle 15.30), San Rocco (via Joppi, martedì dalle 17 alle 19), San Domenico (via Derna, martedì dalle 11 alle 12.20), Villaggio del Sole (via Val d’Arzino, venerdì dalle 14.30 alle 15.30, martedì dalle 9 alle 10.30), Rizzi (venerdì dalle 9 alle 10.30), quartiere Ancona (via Friuli, mercoledì dalle 11 alle 12.20), Chiavis (piazzale Medaglie d’Oro, venerdì dalle 11 alle 12.20, sabato dalle 14.30 alle 15.30), via Montegrappa (mercoledì dalle 9 alle 10.30) e Paderno (via Alessandria 70, lunedì dalle 9 alle 10.30, giovedì dalle 17 alle 19).

«Grazie agli strumenti informatici di cui è stata dotato il nuovo mezzo e grazie al collegamento in tempo reale con alcune banche dati – chiarisce Giacomini –, ora i cittadini potranno beneficiare di servizi importanti e avviare pratiche a due passi da casa. Un esempio, dunque, di come la tecnologia informatica e digitale può migliorare i servizi al cittadino. In città – prosegue – abbiamo ormai un servizio di Polizia Locale smart e moderno. Dopo progetti impegnativi come Udine smart security e Infotraffico, la Polizia di prossimità è un ulteriore passo in avanti. Mi congratulo quindi con gli agenti e con il comandante Bedessi per aver avviato questa ennesima innovazione».