Dal 5 all'8 novembre

Presentata l'edizione 2015 di GOOD, salone del gusto

Novità di questa edizione 2015, 'The Good Friuli!': noti imprenditori e chef di origine friulana racconteranno la propria esperienza all’estero presentando in Fiera i successi che li hanno resi famosi nel mondo. Ci sarà anche Joe Bastianich

Presentata l'edizione 2015 di GOOD (© )

UDINE - Il cibo occupa un posto centrale nella vita di ogni persona e in GOOD rappresenta il perno attorno al quale le aziende impostano il loro futuro, investendo su uno dei settori chiave per la ripresa economica, e i consumatori imparano meglio come fare la spesa e come nutrirsi tenendo d’occhio non solo i piaceri della buona tavola, ma anche la salute e il portafoglio.   L’enogastronomia è divenuta, a tutti gli effetti, un vero business e un criterio di scelta nella vita quotidiana, nella relazioni interpersonali e nel percorso professionale. Dentro l’epicentro alimentare si muoveranno le giornate di GOOD 2015, 5° Salone delle specialità enogastronomiche e agroalimentari, in programma a Udine Fiere da giovedì 5 a domenica 8 novembre, seguendo percorsi espositivi e dimostrativi che declinano l’universo del cibo  in 5 macro aree tematiche: Cibo e Identità, Cibo e Relazioni Sociali, Cibo e Salute, Cibo e Budget Economico, Cibo e Mestieri.

I ragazzi dello Stringher saranno protagonisti di GOOD
Udine e Gorizia Fiere, organizzatore del Salone, ha presentato l’evento nella sede dell’Isis ‘Bonaldo Strigher’ di Udine: una realtà ormai consolidata e molto dinamica nella formazione di nuove leve e di futuri talenti del mondo della ristorazione e dell’accoglienza. Docenti e allievi dello Stringher entreranno nel vivo della manifestazione fieristica non solo come presenza espositiva, ma soprattutto come attori protagonisti di eventi e performance che offriranno una doppia opportunità agli allievi: mostrare e valorizzare le capacità e le competenze acquisite e confrontarsi con affermati professionisti e con il grande pubblico. Un banco di prova molto stimolante che coinvolgerà anche gli studenti di altre scuole e istituti professionali del territorio come lo Ial di Udine e CiviForm di Cividale.

In Fiera espositori da mezza Europa
Gli espositori presenti a GOOD provengono, per quanto riguarda l’Italia, da Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige, Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Abruzzo, Lazio, Campania, Puglia, Sicilia. La presenza estera vede rappresentate la Slovenia, la Croazia, la Repubblica Ceca e la Romania.
Nel quartiere fieristico udinese, gli stand di GOOD occuperanno i padiglioni  5, 6, 7 e 8 nei quali la qualità e la tipicità dei prodotti non sarà solo esposta, ma soprattutto spiegata, dimostrata e valorizzata attraverso decine e decine di eventi per coinvolgere il visitatore in un appassionante e gustoso percorso sensoriale. L’impostazione relazionale ed esperienziale di GOOD estende notevolmente il raggio del target a cui si rivolge il Salone: appassionati e intenditori di eccellenze enogastronomiche, buongustai, gourmet, operatori e tecnici del settore, cuochi, sommelier, foodblogger, maitrês, ristoratori, albergatori, panificatori, pasticceri, macellai, assaggiatori, studenti, ricercatori e studiosi, nutrizionisti e alimentaristi, dietologi e coloro che le diete le devono seguire, sostenitori delle tradizioni e paladini delle innovazioni,  vegetariani, vegani, celiaci e ovviamente il grande e onnicomprensivo bacino dei consumatori.

Attesi grandi chef
Tra gli ospiti della manifestazione (nell'ambito della rassegna 'Good Friuli'), Luigi Menazzi Moretti, ultimo proprietario-gestore dell'azienda Moretti inaugurata a Udine da suo bisnonno Luigi nel 1859, Roberto Barazzutti, executive chef al ristorante ‘Tavola’ di Shanghai, Joe Bastianich, ristoratore, scrittore, musicista, triatleta, noto volto televisivo e uno dei nomi più popolari del Food italiano e internazionale, Livio Ferigo, chef al ristorante ‘Bonefish Bar & Grill’ delle Bermuda, Michelangelo Papa, chef del ristorante tipicamente friulano ‘Mandi Mandi’ nelle isole Baleari, Matteo Metullio, triestino, il più giovane chef stellato in Italia.