Calcio - Roma 3 Udinese 1

Udinese, che crollo a Roma

Pesante scoppola dei friulani in casa dei giallorossi a cui la formazione di Colantuono non ha opposto alcuna resistenza. Brutto passo indietro rispetto alle ultime gare

ROMA - Cancellare subito e passare oltre. Della sconfitta pesantissima in casa della Roma, l'Udinese dovrà ricordare ben poco e pensare sin da subito alla difficile gara di domenica contro l'ostico e ben organizzato Sassuolo. Va detto con chiarezza ed onestà: la Roma è di gran lunga la formazione più forte ed attrezzata del campionato, ma la batosta subita dai friulani al cospetto dello squadrone di Rudi Garcia è stata di proporzioni esagerate, non tanto per il risultato (che pure leggero non è stato) ma soprattutto per la fragilità con cui gli uomini di Colantuono si sono presentati sotto la pioggia dello stadio Olimpico, un sinistro deja vù peraltro, visto che anche contro la Lazio i friulani erano scesi in campo accompagnati da un fitto nubifragio. Malissimo la difesa, pessimo pure Karnezis che ha acoompagnato con lo sguardo i palloni scagliati da Pjanic e Maicon nei primi due gol, senza nemmeno tentare di opporsi in qualche modo; la scelta di Colantuono di lasciar fuori ancora Bruno Fernandes (entrato a mezz'ora dalla fine e col risultato già compromesso) poi, è apparsa cervellotica poichè il portoghese è uno dei pochi a garantire qualità ed imprevedibilità. Domenica, si diceva, arriva il Sassuolo, una formazione che col bel gioco sta costruendo un campionato da grande: l'Udinese vista a Roma ha pochissime speranze di uscire dal Friuli con qualche punto contro gli emiliani.