La nomina

Consulta provinciale degli studenti, Nicola Petrucco č il nuovo presidente

Prima riunione plenaria a palazzo Belgrado. I saluti del presidente Fontanini e del dirigente reggente Torchio

La nuova Consulta degli Studenti (© )

UDINE - Nicola Petrucco (Marinelli) è il nuovo presidente della Consulta provinciale degli studenti (Cps Udine). L’elezione è avvenuta nel corso della prima seduta plenaria dell’organismo che rappresenta circa 22 mila 900 studenti delle scuole superiori della provincia di Udine. Il presidente nel suo mandato sarà affiancato da Sofia Giunta (vicepresidente- Stellini) e dal Consiglio di presidenza composto da 5 studenti (Francesco Giuralongo – Percoto; Francesco Cojutti-Marinelli; Aurora Padrini- Stellini; Irene Quaiattini-Ceconi; Davide Ronco Fucich-Ceconi). La consulta provinciale è composta da 54 ragazzi, 2 per ogni istituto superiore del capoluogo e dell’intero territorio friulano.

Un programma corposo di attività
Oltre alla riunione plenaria che si svolge con cadenza mensile, gli studenti della Consulta animano anche il lavoro delle varie commissioni (stampa, trasporti, territoriale di Udine, salute e il Consiglio di presidenza) che sviluppano tematiche di interesse per gli studenti. Progettualità, come ha ricordato il coordinatore, professor Emanuele Bertoni (da dieci anni segue gli studenti di Udine, da quest’anno è anche referente della consulta regionale), che sono state prese come modello anche in altre realtà. Bertoni ha menzionato, in particolare, la Carta Io Studio-Edizione speciale Udine che offre agli studenti una serie di agevolazioni negli acquisti effettuati in librerie, nelle visite ai musei o negli ingressi al cinema ma anche nei negozi di abbigliamento. 
Per quanto riguarda l’attività della Consulta, il programma di questo mandato prevede la prosecuzione di progettualità già avviate: a esempio, le trasmissioni televisive coordinate dalla commissione stampa della Cps Udine con il sostegno della Regione Fvg e della Saf; gli incontri di sensibilizzazione al dono e alla solidarietà, la prevenzione delle dipendenze tramite progetti di ‘peer education’ realizzati con le Aziende sanitarie.

L’augurio di Fontanini e Torchio
La riunione, calendarizzata dopo le elezioni dei rappresentanti nelle singole scuole, si è aperta con i saluti e gli auguri di buon lavoro da parte del presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini che ha ricordato l’impegno dell’Ente per il mondo scolastico e l’ottima preparazione degli studenti. «La Provincia di Udine conferma la sua attenzione nei confronti della scuola: la gestione degli edifici e le spese per il funzionamento generale sono competenze che cerchiamo di svolgere al meglio impegnando consistenti risorse del nostro bilancio. Le nostre scuole, rispetto ad altre realtà nazionali, sono in buone condizioni; riteniamo che investire sulle strutture, renderle accoglienti e attrezzate, concorra a favorire l’eccellente preparazione dei nostri studenti, peraltro confermata anche dai risultati dei concorsi internazionali». Fontanini ha invitato gli studenti a segnalare eventuali proposte di discussione e di miglioramento delle scuole. «Questo palazzo – ha concluso – è a vostra disposizione».
Anche dal dirigente reggente dell’ufficio territoriale di Udine, Luigi Torchio, un messaggio agli studenti e una riflessione sul loro ruolo di rappresentanti. «Siete gli intermediari dei vostri compagni e in questo ruolo dovrete dedicare molto tempo all’ascolto. La vera rappresentanza, infatti, è dare voce alle istanze di tutti. Questa esperienza – ha aggiunto – vi servirà come base per rappresentanze ancora più importanti ad altri livelli, un percorso che molto spesso nasce proprio durante la vita scolastica».