Doppietta dell'ex Bonetti

Agsm Verona a valanga sull'Upc Tavagnacco

Al Comunale di via Tolmezzo finisce 7 a 2 per la squadra scaligera. Brutta sconfitta per le ragazze del tecnico Di Filippo, che ora dovrà lavorare per ridare convinzione alle gialloblu

Brutta sconfitta per il Tavagnacco in casa (© )

TAVAGNACCO – Una scoppola del genere, per lo più in casa, a Tavagnacco se la ricordano in pochi. La squadra di Sara Di Filippo perde 7 a 2 contro il Verona Campione d’Italia e capolista in serie A,  lasciando sul campo quelle convinzioni maturate dopo la bella vittoria ottenuta a Firenze solo una settimana fa. D’accordo, siamo solo alla terza giornata, ma alle friulane è mancata, al di là di qualche individualità, grinta, voglia di vincere, capacità di reazione. Si è vista una squadra ‘molle’, in sostanza. Ora Di Filippo dovrà lavorare soprattutto sulla testa delle ragazze, dando loro la consapevolezza che il vero Tavagnacco è quello che è riuscito a espugnare Firenze.

Primo tempo di marca scaligera, con il Verona che si dimostra subito aggressiva. Dopo qualche conclusione di Clelland e Camporese, è la squadra ospite a passare in vantaggio al 23’: una delle ex della partita, Bonetti, si accorge che Penzo si attarda dopo un rinvio e la supera con un bel pallonetto da quaranta metri. Il vantaggio stordisce le friulane, che al 27’ subiscono un altro contropiede di Bonetti, che si trova sui piedi la palla del raddoppio: entra in area, supera Penzo, fa partire un tiro bloccato di mano da Pochero. Per l’arbitro è espulsione e rigore. Sul dischetto, al 33’, si presenta la numero 10 del Verona ma Penzo intuisce la traiettoria e respinge con i piedi. Passa un solo minuto e al 34’ Carissimi raddoppia di testa su cross da calcio d’angolo. Il portiere del Tavagnacco, non nella sua giornata migliore, si attarda e lascia la possibilità di segnare alla giocatrice del Verona. Al 40’ il Verona segna il terzo gol, con Pirone che sfrutta un errore di posizione di Penzo, superandola con un preciso pallonetto. Il Tavagnacco tenta una timida reazione, e al 47’ è il capitano, Brumana, a trovare una rete di carattere dopo aver superato tre difensori avversari.

Nella ripresa, nonostante l’inferiorità numerica, il Tavagnacco ci prova. Ma a rendersi pericoloso è ancora il Verona, al 3’ con Belfanti, al 5’ con Bonetti, al 9’ con Ramera. Le gialloblu si rivedono dalle parti di Ohrstrom al 22’ con un tiro fuori misura di Clelland. Al 24’ quarto gol di Pirone, che dopo un’incertezza difensiva di Piai supera Penzo in uscita e appoggia in rete. Passano tre minuti e in una mischia in area, un difensore del Verona tocca la palla di mano. L’arbitro fischia il rigore e della battuta si incarica Parisi, che non sbaglia. Il Tavagnacco tenta la rimonta, presentandosi ancora in avanti al 33’ con Tuttino, che si trova sui piedi la palla del possibile terzo gol ma colpisce male e sfiora il palo. Un’illusione che dura poco, perché sul capovolgimento di fronte, al 38’, Fuselli supera Penzo dopo una mischia in area. Il Tavagnacco molla e il Verona dilaga. Sesto gol al 40’ con un gran tiro dal cuore dell’area di Bonetti, settima rete al 44’ con la tripletta firmata da Pirone.

UPC GRAPHISTUDIO TAVAGNACCO – AGSM VERONA 2 – 7
RETI:
23’ pt Bonetti, 34’ pt Carissimi, 40’ pt Pirone, al 47’ pt Brumana, al 24’ st Pirone, al 27’ st Parisi (R), 38’ st Fuselli, 40’ st Bonetti, al 44’ st Pirone
UPC GRAPHISTUDIO TAVAGNACCO – Penzo, De Val, Martinelli, Pochero, Brumana, Parisi, Clelland (Paroni), Camporese, Zuliani, Tuttino, Del Stabile (Piai, Sardu). All. Di Filippo
AGSM VERONA –. Ohrstrom, Ledri, Carissimi (Pasini), Di Criscio (Pavana), Pirone, Bonetti, Fuselli, Ramera (Baldo), Maendly Sandy, Salvai, Belfanti. All.Comin
ARBITRO: Brognati di Ferrara
NOTE: espulsa Pochero, amminiti Piai, De Val, Salvai. Spettatori 300 circa.