Alle 18 l’accensione e il concerto Gospel

Udine in festa: sabato 14 novembre si accendono le luci di Natale

Un pomeriggio evento concretizza il lavoro di tre mesi. Protagonisti Confcommercio, Comune, Fondazione Crup, Cciaa, Bluenergy, Confartigianato e UdineIdea

Sabato accensione per le luci di Natale a Udine (© )

UDINE - Una giornata di festa. E di luce. Dopo tre mesi di lavoro, Confcommercio Udine, assieme ai partner che hanno collaborato alla concretizzazione del progetto ‘luci di Natale’, può ufficialmente annunciare che alle 18 di sabato 14 novembre, in netto anticipo rispetto agli anni scorsi, Udine sarà illuminata grazie al contributo dei commercianti e al sostegno economico di Bluenergy, della Camera di Commercio, del Comune di Udine e della Fondazione Crup.

Il programma della serata
La scaletta della serata prevede alle 17.45 lo spegnimento dei proiettori sul porticato di San Giovanni, la salita del Castello, la Loggia del Lionello e gli edifici dell’intera piazza Libertà. Alle 18, quindi, l’accensione delle luminarie in centro storico, e pure della palla del diametro di 6 metri, esemplare unico che Udine, grazie al contributo della Cciaa, ha ‘soffiato’ a Vicenza. Dopo gli interventi delle autorità, riaccesi i proiettori, seguirà il concerto.
Coincidenza voluta, sabato 14 sarà anche il giorno di mezzo dei tre di Shopping Days, la tradizionale proposta di Confcommercio Udine per acquisiti di merce in stagione a prezzo scontato.

Il commento di Confcommercio
«Una giornata importante per Udine – commenta il presidente della Cciaa Giovanni Da Pozzo –, il risultato di un’operazione che ha messo in rete diverse componenti della città, pubbliche e private. Le luci di Natale sono un simbolo, ma anche un concreto valore aggiunto nell’ottica del rilancio economico e turistico di Udine». Sulla stessa lunghezza d’onda Giuseppe Pavan, presidente mandamentale di Confcommercio Udine: «Vanno ringraziati tutti i protagonisti per la riuscita dell’iniziativa, ma mi piace ricordare l’impegno con cui almeno una parte di commercianti, pur nelle difficoltà che vive la categoria, ha dato una mano a un progetto pensato per il bene comune».

Il sostegno degli sponsor
«La nostra Fondazione presta la massima attenzione alle istanze della comunità locale – commenta il presidente della Fondazione Crup Lionello D’Agostini – e ha quindi contribuito alla realizzazione dell’iniziativa ‘Illuminiamo il Natale’, dimostrando sensibilità per gli eventi legati a questo magico momento dell’anno, in particolare per quelli dedicati ai bambini e alle famiglie».
Per Alberta Gervasio, direttore di Bluenergy Group, «si tratta di un’iniziativa fatta esclusivamente per il bene del territorio e della città di Udine. Un regalo che ci sentiamo di fare a tutto il Friuli Venezia Giulia, perché siamo parte di questa terra e ci rispecchiamo nei suoi valori distintivi. Per questo – conclude – le iniziative a favore del territorio saranno sempre più frequenti».
Importante presenza anche quella di Confartigianato Udine. «Come di consueto – informa il direttore Gian Luca Gortani – organizzeremo il Mercatino di Natale dal 4 al 24 dicembre in piazza San Giacomo e non è esclusa una presenza anche il 27. Saremo presenti con 20 nuove casette in legno». Già a fine luglio la ‘squadra’ di Confcommercio ha coordinato la raccolta delle quote con il supporto di UdineIdea, il centro commerciale naturale che parteciperà attivamente anche all’evento del 14. Arianna Calcaterra fa sapere di avere ingaggiato per l’occasione il Fvg Gospel Mass Choir, coro gospel diretto da Alessandro Pozzetto che si esibirà sotto la Loggia del Lionello. «Pure il concerto, in un’atmosfera di festa, contribuirà a dare avvio allo shopping natalizio – sottolinea la presidente di UdineIdea -. Sarà un bell’omaggio alla città».
Anche Sistema Sosta e Mobilità ha voluto aderire all’iniziativa contribuendo all’illuminazione di via Portanuova, prossimo collegamento diretto fra il nuovo parcheggio in struttura e il centro cittadino.

Nuovo modus operandi per il centro storico
«Proprio grazie alla stretta collaborazione garantita dal tavolo delle associazioni di categoria, novità positiva per un nuovo modo di operare rispetto alle diverse iniziative che riguardano il centro storico – aggiunge l’assessore comunale alle Attività produttive e al Turismo Alessandro Venanzi –, siamo partiti in anticipo con l'obiettivo di creare quell'atmosfera natalizia che porta la gente in città e offre uno stimolo a iniziare gli acquisti già dalla seconda metà di novembre. In questo modo ci siamo adeguati al modello europeo, nel quale le iniziative natalizie non sono solo un periodo di festa ma anche un'occasione più ampia per lo shopping».