Calcio | Serie A

Udinese: la settimana che porta alla Sampdoria è ricca di insidie

Domenica allo stadio Friuli arriverà una squadra probabilmente rimotivata e rigenerata dall’arrivo di Montella, un tecnico ambizioso e meticoloso che cercherà di partire immediatamente con una vittoria

UDINE - Riparte la serie A e l’Udinese si appresta a preparare la sfida contro la Sampdoria che arriverà domenica in Friuli con rinnovate ambizioni ed una ventata d’aria nuova dopo l’esonero di Walter Zenga e l’arrivo di Vincenzo Montella, tornato per la terza volta in blucerchiato e convinto di riuscire a riportare i genovesi in Europa. Il tecnico napoletano, reduce dall’ottima esperienza a Firenze, è preparato ed ambizioso, non ama perdere e non ama sguazzare nell’anonimato: la sua Sampdoria, ci si può scommettere fin da ora, sarà tra le protagoniste per raggiungere uno dei posti che conducono in Coppa Uefa, a cominciare proprio dalla sfida di Udine che, di conseguenza, pone i bianconeri di fronte alla preparazione di una sfida delicatissima, specialmente dopo la gara di Napoli, persa con onore ma pur sempre persa.

Rientra Di Natale?
Colantuono deve arrivare a Natale con una distanza rassicurante dagli ultimi tre posti di classifica, perché solamente così l’Udinese può sperare in un campionato tranquillo e senza particolari grattacapi, anche in considerazione del fatto che quest’anno, rispetto al torneo scorso, difficilmente ci saranno tre squadre già retrocesse a gennaio come accaduto nel 2015 con Cagliari, Cesena e Parma già in B alla fine del girone d’andata o poco più. Contro la Sampdoria, Colantuono conta di ritrovare Di Natale e punta a far sbloccare Thereau ed un attacco che procede a rilento, forse la causa principale degli alti e bassi bianconeri.