La provocazione

Forza Nuova attacca l'Islam auspicando una riscossa della cristianità

Sono apparsi anche i Udine i volantini affissi a livello nazionale da Fn. «Basta con i luoghi di culto dei musulmani - affermano i sostenitori del movimento di destra - bisogna riscoprire l'orgoglio della civiltà cattolica»

Uno dei volantini di Forza Nuova apparsi anche a Udin (© )

UDINE – Sono apparsi anche i Udine i volantini affissi da Forza Nuova in tutta Italia. Questa volta però a finire nel mirino, non sono i migranti, ma i centri di culto islamico. Le scritte ‘War zone – Islamic Occupied Area’ a ridosso delle moschee, ‘Si vis pacem para bellum’  (se vuoi la pace prepara la guerra) vicino alle chiese cristiane.

«Da una parte – chiariscono gli esponenti di Forza Nuova – occorre archiviare definitivamente ogni pulsione buonista ed integrazionista e dichiarare senza tentennamenti che non potrà mai essere imposta in Italia una società multietnica e multiculturale. Dall’altra – aggiungono - occorre dare una scossa al mondo cattolico. Il popolo delle parrocchie, tuttora diffuso, che rappresenta un forte collante per l'identità italiana, deve capire che la sfida islamista si vincerà solo risvegliando e riaffermando con orgoglio la nostra antica ed invitta identità cattolica».

«Forza Nuova, quindi – mettono in evidenza i suoi sostenitori – afferma con chiarezza che nessun'altra moschea va costruita, sia per gli immediati ed evidenti rischi di sicurezza e salute pubblica, sia perché la sola presenza di una di esse segna la cessione territoriale e morale di un ulteriore pezzo della nostra terra a un Islam che incuba in sé il germe indissolubile dell’aggressione e della conquista in primis delle nazioni cristiane e della loro cultura in tutte le sue espressioni, anche architettoniche e urbanistiche».