L'annuncio

Mercoledì 200 migranti lasceranno il Friuli Venezia Giulia

L'assessore Torrenti: «Il flusso in uscita permetterà di dare risposta alle situazioni di maggior saturazione. Nello specifico 40 richiedenti asilo lasceranno Udine, 70 Trieste e 90 Gorizia»

Spostati 200 migranti dal Friuli (© )

UDINE - «Duecento richiedenti asilo saranno smistati, a partire da mercoledì, dal Friuli Venezia Giulia verso altri centri di accoglienza in Italia». Lo ha reso noto l'assessore regionale alla Solidarietà Gianni Torrenti.
«Il flusso in uscita permetterà di dare risposta alle situazioni di maggior saturazione. Nello specifico 40 richiedenti asilo lasceranno Udine, 70 Trieste e 90 Gorizia. Inoltre - ha aggiunto Torrenti - un altro contingente di duecento rifugiati potrà lasciare la nostra regione nell'arco della settimana, a dimostrazione del fatto che la gestione dei transiti funziona e che nel contesto della ragionevolezza si possono trovare soluzioni capaci di contemperare l'esigenza umanitaria con gli equilibri del territorio».

Torrenti ha evidenziato come l'avvio di duecento richiedenti asilo verso altre regioni d'Italia, in prevalenza non prossime ai confini, permetta di ripristinare spazi d'accoglienza a fronte di altri arrivi, «in un logica di capienza proporzionale tra i vari territori del Paese».
Secondo l'assessore regionale, «la gestione bilanciata dei flussi dimostra che il nostro modello, di fronte a un problema molto grande, funziona e che l'interlocuzione con il Governo è rispondente. L'obiettivo - ha concluso Torrenti - resta quello di dare soluzioni concrete a una questione che investe il diritto d'asilo in un contesto in cui anche settori dell'opposizione regionale hanno manifestato un atteggiamento politico responsabile e apprezzabile».