Da domenica 29 novembre

“Teatro per bambini” a San Giovanni al Natisone

2^ appuntamento con la rassegna promossa dal Comune e curata dal CTA – Centro Teatro Animazione e Figure di Gorizia. Gli appuntamenti proseguiranno anche a gennaio e marzo

“Le strologhe” in scena (© )

UDINE – Con tre spettacoli d’autore per bambini e famiglie uniti dal ‘filo rosso’ del Teatro d’Animazione riparte, domenica 29 novembre, nell’Auditorium delle Scuole di San Giovanni al Natisone, «Teatro per bambini», 2^ edizione della rassegna promossa dal Comune di San Giovanni al Natisone e curata dal CTA – Centro Teatro Animazione e Figure di Gorizia.

«Le strologhe»
Si parte domenica 29 novembre, alle 16.30, con la pièce messa in scena da due giovani ‘dramaturg’ e interpreti, Carla Taglietti e Valentina Turrini, autrici e protagoniste di «Le strologhe»: un florilegio di storie della tradizione ‘impastate’ con cibo e ortaggi, per ingolosire anche il palato degli spettatori. Tutto comincia con due cuoche strampalate, stanche di cucinare sempre gli stessi piatti, che decidono un giorno di iniziare a giocare con i cibi. Sul tavolo da cucina prendono vita buffi personaggi e storie insolite. Gli ortaggi diventano i personaggi della fiaba e i bambini assistono alla preparazione e all’impasto del pane, ma sono anche accompagnati a guardare ‘con altri occhi’ le verdure che tutti i giorni vedono in casa o nei negozi e che spesso non amano.

«Felicino»
Al centro del secondo appuntamento, domenica 24 gennaio, ci sarà invece la magia degli albi illustrati e della musica dal vivo che incontrano le immagini: «Felicino» titola la pièce tratta dalle pagine dell’autrice parigina Anne Gaëlle Balpe - «Il sassolino blu» e «Il filo rosso» -  illustrate dai disegni di Ève Tharlet. Lo spettacolo, coprodotto dal CTA Gorizia e dal CSS Teatro Stabile di Innovazione del FVG, intreccia teatro d’attore e d’oggetti in una partitura fortemente legata alla musica e a una originalissima e ‘coreografica’ strumentazione, per tamburi e percussioni, kalimba, cajon, bodhran, bendir, xilofono, flauto a coulisse, chitarra acustica e a 12 corde, guiro, cabasa... In scena l’attrice Desy Gialuz, affiancata dal musicista Michele Budai.

«La storia dell’ape blu»
Gran finale, domenica 6 marzo, con «La storia dell’ape blu», un delizioso affresco di tolleranza e integrazione dedicato a una specialissima ape ‘diversa’ da tutte le altre. Prodotta dal CTA, la pièce è concepita per attori e teatro d’oggetti ed è scritta, diretta e interpretata da Serena Di Blasio, accompagnata in scena da Matteo Sgobino, che firma le musiche originali dello spettacolo. Proprio dal duetto fra l’attrice e il musicista nascono siparietti teneri e divertenti, raccontati con improbabili oggetti che escono da una valigia misteriosa: sono le avventure di un’ape speciale, un’ape blu.

Ingresso libero.
Per informazioni: 0432939590 | bibliosgna@gnatisone.tuttopmi.it | www.ctagorizia.it