Politica | L'attesa dura da 8 anni

Sappada in Friuli: passo in avanti decisivo

L'annuncio del senatore Pd Russo e la soddisfazione del presidente della Provincia di Udine Fontanini

Festa a Sappada dopo la vittoria del refurendum per il Friuli
Festa a Sappada dopo la vittoria del refurendum per il Friuli ()

UDINE - «Abbiamo sbloccato in Commissione Bilancio il passaggio di Sappada dal Veneto al Friuli Venezia Giulia. A breve il Ddl passerà in commissione Affari Costituzionali, ma il vero scoglio, quello delle coperture finanziarie, è stato superato». Lo rende noto il senatore Francesco Russo (Pd), segretario d'aula al Senato.

«È un atto dovuto - prosegue Russo - nei confronti di una comunità che ha dovuto aspettare otto anni, un tempo ingiustificatamente lungo, affinché la politica fosse in grado di rispondere in maniera coerente a una richiesta promossa dai cittadini. Questo risultato dimostra ancora una volta la capacità, dimostrata dalla classe politica del centrosinistra regionale - ha detto Russo - già più volte in questi anni, penso tra gli altri alla sdemanializzazione di Porto Vecchio a Trieste, di portare all'attenzione nazionale temi strategici per il nostro territorio - conclude - riuscendo dove in passato tutti gli altri hanno fallito».

Sull’argomento si esprime anche il presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini, da anni convinto sostenitore della causa di Sappada: «Anche se a piccoli e lentissimi passi si sta andando verso la concretizzazione di un passaggio richiesto a gran voce dalla volontà popolare mediante il referendum del 2008». Ora l’auspicio è che il cammino prosegua più celermente a partire dai lavori della Commissione Affari istituzionali. «L’annessione di Sappada al Friuli – ricorda Fontanini – è un passaggio naturale; innegabili, infatti, le motivazioni di carattere geografico, storico, culturale, economico, religioso e linguistico a sostegno del passaggio, che sottolineano le affinità con la nostra Regione piuttosto che con il Veneto, alle quali si aggiunge anche l’appartenenza - mai venuta meno - di Sappada all’Arcidiocesi di Udine».