21 ottobre 2018
Aggiornato 00:00

A Pontebba sculture di neve protagoniste

Dal 5 al 9 febbraio grande evento con artisti al lavoro per le strade ed eventi collaterali. Parteciperanno 9 team da tutto il mondo
La presentazione dell'evento in Regione
La presentazione dell'evento in Regione ()

PONTEBBA – Vie e piazze di Pontebba animate dal lavoro degli scultori della neve. Dal 5 al 9 febbraio lo località che segna il confine tra Valcanale e Canal del Ferro ospiterà la prima edizione di ‘Snow Art Pontebba’, festival internazionale delle sculture di neve. Un evento unico nel suo genere in Fvg, che punta a fare di Pontebba un luogo di riferimento per 'l’arte bianca' al pari di altre località montane quali San Candido o Livigno. Nove i team di artisti scultori che parteciperanno al festival: tre i gruppi italiani (provenienti da Livigno, dalla Toscana e Dal Friuli), uno cileno, uno spagnolo, uno della Repubblica Ceca, uno sloveno, uno indiano e uno bulgaro.
La manifestazione è stata presentata venerdì mattina nella sede della Regione, ente che sostiene il festival anche dal punto di vista economico. Insieme al sindaco di Pontebba Ivan Buzzi c’erano i rappresentanti del gruppo sportivo Val Gleris, organizzatore vero e proprio del festival, il consigliere regionale Enio Agnola e due degli artisti friulani (proprio questi ultimi si sono detti orgogliosi di poter lavorare in ‘Patria’).

Blocchi di neve nelle vie del paese
«La nostra ambizione – ha spiegato Buzzi – è far diventare Snow Art un evento annuale, in grado di incrementare i flussi turistici facendo conoscere la nostra offerta invernale, e in particolare la pista di sci in Val Gleris e il palaghiaccio. Nonostante un budget limitato siamo riusciti a dar vita a un evento internazionale: ringrazio la Regione e soprattutto i volontari che da tempo stanno lavorando per mettere a punto tutti i dettagli».
Per le vie di Pontebba saranno posizionati blocchi di neve pressata delle dimensioni di 3x3x2,5 metri (nel caso in cui le condizioni meteo dovessero essere cattive i blocchi saranno posizionati nel palaghiaccio di Pontebba). Gli scultori lavoreranno nelle giornate di sabato 6 e domenica 7 febbraio, ma il programma di eventi legati allo Snow Art partirà venerdì 5 per concludersi martedì 9 (tutte le info sulla pagina Facebook dell’evento).

Le sculture resteranno nelle vie fino a primavera
L’idea del festival, come ha spiegato Walter Bonati del gruppo Val Gleris, è nata durante le trasferte sciistiche nelle altre località del Nord Italia. E’ così cominciata la ricerca di artisti che nel 2016 porterà a Pontebba une ventina di persone (su ogni blocco lavoreranno due o tre persone) e che per il 2017 ha già ricevuto l’adesione di altre persone da Germania, Argentina e Messico. Gli artisti riceveranno un rimborso spese per la loro partecipazione ai primi tre gruppi classificati (sarà il pubblico a sceglierli) saranno consegnati dei premi in denaro. Le sculture, poi, resteranno nelle vie di Pontebba fino allo scioglimento naturale.
Per il consigliere Agnola, Snow Art «rappresenta un esempio di come si possano spendere bene le risorse pubbliche migliorando l’offerta turistica di una località».