Gli artificieri rimuovono 17 ordigni dal Ledra

L'intervento, durato circa quattro ore e coordinato dalla Prefettura, è stato condotto dal nucleo di specialisti Eod (Explosive Ordnance Disposal)
Gli artificieri dell'Esercito in azione (foto Ansa)
Gli artificieri dell'Esercito in azione (foto Ansa) ()

GEMONA DEL FRIULI - Numerosi residuati bellici della Prima Guerra mondiale sono stati rimossi e neutralizzati questa mattina a Gemona del Friuli dagli artificieri del 3/o Reggimento Genio Guastatori di Udine.

L'intervento, durato circa quattro ore e coordinato dalla Prefettura, è stato condotto dal nucleo di specialisti Eod (Explosive Ordnance Disposal). Gli ordigni bellici, ritrovati lungo il canale Ledra, erano complessivamente 17: due granate d'artiglieria e 15 granate da mortaio di varie dimensioni.

Gli artificieri hanno trasportato e messo in sicurezza gli ordigni nel poligono militare 'Rivoli Bianchi' di Venzone e hanno provveduto alla distruzione degli stessi.