Il 4 febbraio

Al Teatro Ristori di Cividale va in scena Il Carnevale degli animali

Appuntamento con il concerto ideato dall’associazione Gaggia sul testo di Saint- Saëns

Vladimir Mendelssohn (© )

CIVIDALE DEL FRIULI - Appuntamento speciale al Teatro Ristori di Cividale del Friuli: giovedì 4 febbraio, alle 21, dopo 13 anni dall’ultima esecuzione nella città ducale, torna in scena l’opera di Saint­Saëns, Il Carnevale degli animali, in un concerto ideato dall’associazione Sergio Gaggia. Il gruppo musicale, assemblato per l’esecuzione, vede la presenza di musicisti di livello internazionale (come l'olandese/rumeno Vladimir Mendelssohn, il serbo Zoran Markovic e lo spagnolo Joaquin Palomares), accanto ad alcuni giovani talenti della nostra regione, come Anna Govetto, Manuela Ifteni, Maria Benedetti, Giacomo Salvadori, e del vicino Veneto, Dario Carpanese e Riccardo Giovine, in una sorta di entusiasta laboratorio cameristico. La voce recitante è quella di Maurizio Fanin, attore reso popolare dal film «Zoran, mio nipote scemo».

Scritto da Camille Saint­Saëns appositamente per il carnevale del 1886
Il Carnevale degli animali si compone di 14 brani, che propongono in modo ironico e divertente le umoristiche descrizioni del mondo animale. La composizione (usata anche nel cartone animato disneyano Fantasia 2000) prevede l’esibizione di una piccola orchestra in cui ogni strumento assume le sembianze di un animale differente: è così che lo spettatore può ritrovare un violoncello­cigno, un violino­asino, un flauto­pesce. Completa il programma della serata una composizione del 2003 di Vladimir Mendelssohn, commento musicale a quattro letture tratte dal Libro dei gatti tuttofare di T. S. Eliot.

Per informazioni: www.cividale.net