Si parla di futuro

A Udine Tremonti, Brunetta, Landini e Gay per il Future Forum

Il clou alle 20.30 con l’ultimo incontro pubblico della 4^ giornata: l’economista Giulio Tremonti interverrà su ‘Le origini e gli effetti della globalizzazione’, con l’introduzione di Alberto Felice De Toni e in dialogo con Marco Valerio Lo Prete

Giulio Tremonti (© )

UDINE – La quarta giornata del Future Forum porterà a Udine personaggi di grande prestigio. Si comincia alle 10.30 parlando di precariato: condizione a cui abituarsi? Avremo nel corso della vita non uno ma molti lavori contemporaneamente? Esistono alternative  e ci sono strumenti per sostenere il reddito dando dignità alle persone al di là del lavoro come concepito nel recente passato? Di questo rifletterà Guy Standing (Università Soas di Londra),  uno dei massimi esperti internazionali del tema, intervenendo con Anna Zilli (Università di Udine) e in dialogo con Stefano Feltri de Il fatto quotidiano.

Alle 15, sarà la volta di una tavola rotonda, in cui ci si occuperà di movimenti sociali e politici, di nuova comunicazione e nuove forme di partecipazione alla vita democratica. Ne discuteranno Claudio Sopranzetti (University of Oxford), Samuele Mazzolini (Università dell’Essex), Paolo Gerbaudo (King’s College London), Mauro Pascolini (Università di Udine), Alessandro Gilioli (L’Espresso), in dialogo con Francesco Cancellato (Linkiesta).
Alle 18 sarà la volta di una riflessione su quale dev’essere la nuova economia. A confronto, in dialogo con Alessandro Gilioli, saranno Maurizio Landini, segretario Fiom, Marco Gay, presidente Giovani di Confindustria e l’economista Renato Brunetta (che interverrà in apertura, in videoconferenza).
A seguire, sala Valduga, alle 20.30, ospiterà l’ultimo incontro pubblico della 4^ giornata: l’economista Giulio Tremonti interverrà su ‘Le origini e gli effetti della globalizzazione’, con l’introduzione di Alberto Felice De Toni, rettore Università di Udine, in dialogo con Marco Valerio Lo Prete, vicedirettore Il Foglio.

Il programma di Future Forum 2016 proseguirà poi fino a venerdì,  aggiornato e consultabile su www.friulifutureforum.com/futureforum. Alcuni degli incontri hanno già registrato tantissime prenotazioni e,  siccome i posti disponibili sono limitati, dalla Cciaa consigliano di inviare sempre la richiesta di registrazione ai singoli eventi. Future Forum 2016 sarà anche trasmesso dallo stesso sito in live streaming e saranno realizzate interviste ai protagonisti grazie a un team di giornalisti del mensile Cciaa Udine Economia. Anche alcuni studenti dell’Ateneo collaboreranno al «social team» del Future Forum, che avrà come «canali» anche Facebook (Pagina Friuli Future Forum ed evento Future Forum 2016) e Twitter (@friuliforum), conl’hashtag #esserenuovi.