Categoria sempre più a rischio

La Polizia insegna agli autisti Saf a difendersi

Sei incontri formativi in Questura per imparare a gestire criticità ed emergenze che possono presentarsi a bordo degli autobus

Corsi specifici per la sicurezza degli autisti Saf (© )

UDINE - Autisti a lezione di sicurezza dai poliziotti, per imparare a gestire criticità ed emergenze che possono presentarsi a bordo degli autobus. L'iniziativa, partita di comune accordo da Questura e Saf a tutela del personale dell'azienda e dei passeggeri, intende sensibilizzare conducenti e controllori dei bus urbani su come affrontare comportamenti potenzialmente fastidiosi o pericolosi durante le corse, anche in relazione ai recenti episodi di cronaca e nell'ottica della prevenzione dei reati.

Sei gli incontri formativi in Questura, coordinati dal responsabile delle Volanti Marco Lovrovich e dal capo della Squadra Mobile Massimiliano Ortolan, previsti nell'arco di questo mese; 20 i partecipanti a ogni lezione, tra autisti urbani, ispettori e dirigenti della società di trasporti pubblico locale.
«E' un confronto su come comportarsi con i soggetti problematici, ma anche un momento di approfondimento dal punto di vista normativo - spiega Lovrovich -. Molte le domande degli autisti sulle azioni più efficaci per gestire le emergenze, sulle tempistiche e modalità: qual è, cioè, il limite del loro intervento e quando invece è il momento di chiamare le forze dell'ordine».

«L'iniziativa attesta l'aumentata attenzione che l'azienda, assieme alle forze dell'ordine, sta dando all'innalzamento della tensione anche nei confronti degli autisti - aggiunge l'amministratore delegato di Saf, Alberto Toneatto -. La collaborazione che da sempre esiste tra Saf e Polizia si sta concretizzando con questo importante corso di formazione per il personale del servizio urbano e gli ispettori. Si forniscono loro indicazioni pratiche volte ad acquisire una maggiore consapevolezza su come gestire le situazioni critiche: dalla postura da assumere, ad esempio, per fronteggiare un individuo potenzialmente pericoloso, alla comunicazione non verbale fino ai messaggi da inoltrare se si sta chiamando la Polizia».