Case per le famiglie

Cinquanta nuovi alloggi a canone sostenibile alle porte di Palmanova

L'intervento si realizzerà nel quartiere Santa Giustina.​ L'opera prevede un finanziamento iniziale di 8.790.000 euro

Le nuove abitazioni (© )

PALMANOVA - Cinquanta nuovi alloggi a canone sostenibile sorgeranno alle porte di Palmanova. Giovedì mattina l'assessore regionale alle Infrastrutture e territorio, Mariagrazia Santoro, ha consegnato i lavori di avvio del cantiere per la realizzazione delle 50 abitazioni e delle relative opere di urbanizzazione del ‘Programma di riqualificazione urbana per alloggi a canonemsostenibile’ nel quartiere Santa Giustina.
Santoro ha incorniciato l'opera tra gli «interventi che si rivolgono alla fascia grigia della popolazione, ovvero a quei cittadini che non rientrano nei parametri di accesso ad alloggi popolari Ater, ma non hanno nemmeno la possibilità di accedere ad abitazioni a prezzo di mercato».
«Aprire cantieri è già una gioia - ha affermato l'assessore – ma riuscire ad avere i finanziamenti, in questo caso attraverso un bando nazionale, cui si aggiunge il contributo di Ater e Comune, non basta. E' necessario l'impegno di amministrazione e tecnici, per questo  ringrazio tutti coloro che hanno seguito l'iter per arrivare oggi a consegnare il testimone all'impresa, affinchè si giunga presto alla consegna delle chiavi ai cittadini».

L'area, che copre una superficie di oltre 3.000 metri quadrati, sorge tra Porta Udine e Porta Aquileia, nelle adiacenze di viale Stazione, dove c'era il precedente quartiere di case popolari abbattute l'anno scorso per far posto al nuovo complesso.
Il nuovo quartiere residenziale vedrà affacciarsi su una corte interna 2 alloggi di tipo duplex con soggiorno, cucina, 3 camere, 2 bagni (con una media di 96,5 mq); 12 alloggi con soggiorno, cucina, 2 camere e 1 bagno (media di 67.80 mq); e 36 alloggi con soggiorno ed angolo cottura, 1 camera, 1 bagno (media di 51.50 mq). Il costo medio per alloggio (iva compresa) è di 116.400,00 euro al netto dell'area, equivalente a circa 2.035,00 euro al metro quadrato.
L'opera rientra nel Praucs, il ‘Piano nazionale di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile’ avviato nel 2008, che prevede un finanziamento iniziale di 8.790.000 euro, ripartiti tra Stato per il 65%, Regione per il 21% e Comune di Palmanova per il 14%.

Il Comune ha provveduto a investire ulteriori 300 mila euro per predisporre opere di collegamento tra il nuovo quartiere e il vecchio abitato ad ovest, al fine di integrare le abitazioni con i servizi vicini, in particolare con l'area della stazione ferroviaria. Il sindaco della città stellata, Francesco Martines ha ribadito «la necessità dell'intervento per la riqualificazione della zona residenziale e per dare una risposta casa a molte famiglie. In quest'ottica - ha aggiunto Martines – apprezziamo molto la nuova legge sulla casa, alla quale anche il Comune ha voluto allinearsi prevedendo per i residenti un sostegno sul mutuo per chi acquista la prima casa, rivolto in particolare alle giovani coppie».
L'appalto è stato aggiudicato dall'Ater di Udine con un ribasso che porterà il costo finale complessivo dell«opera a 5.820.000 euro. Il progetto verrà cantierato nelle prossime settimane.