Intervento da 500 mila euro

Dalla prossima stagione stop alla carenza d'acqua a Piancavallo

Investimento della Regione che garantirà la produzione di neve artificiale anche nei periodi di siccità

Piancavallo (foto skiinfo.it) (© )

PIANCAVALLO - «Dalla prossima stagione invernale Piancavallo non rischierà più di restare senza neve. La Regione, infatti, ha assicurato il proprio sostegno alla realizzazione, in tempi brevi, di un'opera di rilevanza strategica che sarà di aiuto per tutta la montagna pordenonese».
Così il vicepresidente della Regione Sergio Bolzonello ha commentato un emendamento da lui presentato al disegno di legge 129 sul riordino e la semplificazione del terziario, che approderà in Aula verso la fine di febbraio.
L'emendamento, approvato dalla II Commissione consiliare, autorizza PromoTurismoFvg a effettuare un intervento di manutenzione straordinaria e di riparazione del fondale del bacino idrico artificiale di Pian delle More per un costo stimato di mezzo milione di euro. «E' un impegno, il nostro - ha rilevato Bolzonello - che dimostra la grande attenzione verso il polo sciistico del Friuli Occidentale, in un momento in cui il turismo sta dando buoni segnali di ripresa».

L'operazione consente di risolvere contemporaneamente e in maniera definitiva due problemi: la carenza d'acqua in periodi di scarse precipitazioni nevose e di siccità protratta, tanto per gli usi civici che per lo stoccaggio di riserve adeguate a favore degli impianti d'innevamento di PromoTurismoFvg.
«Con questo stanziamento - ha spiegato il vicepresidente della Regione - mettiamo a disposizione di PromoTurismoFvg i fondi necessari per la realizzazione, il miglioramento funzionale e la manutenzione di opere infrastrutturali connesse al comprensorio del Piancavallo. In particolare, l'operazione consentirà di impermeabilizzare il bacino idrico di Pian delle More, potendo quindi utilizzare l'acqua stoccata al suo interno sia per l'alimentazione dell'acquedotto di Piancavallo sia anche come riserva di emergenza per l'innevamento programmato delle piste, senza correre il rischio di sottrarre preziose risorse all'approvvigionamento dell'acquedotto».

«In questo modo - ha aggiunto Bolzonello - diamo una risposta in tempi estremamente rapidi alle necessità evidenziate dalla stazione sciistica, sulla quale la Regione continua a credere, schierandosi in modo convinto al fianco degli operatori del turismo della località». L'intervento va ad aggiungersi ai numerosi altri interventi a favore di Piancavallo, l'ultimo dei quali è il nuovo campo da calcio in corso di realizzazione, «che sarà completato per l'estate».
PromoTurismoFvg, l'Agenzia regionale nata lo scorso 1 gennaio 2016 dalla fusione tra Promotur e TurismoFvg, può contare nel polo di Piancavallo su altri cinque bacini di raccolta idrica per l'innevamento artificiale delle piste, che garantiscono uno stoccaggio complessivo di circa 176 mila metri cubi d'acqua.
L'accumulo avviene facendo ricorso a tecnologie e sistemi green a impatto ambientale nullo, riutilizzando in maniera spinta l'acqua piovana. Tuttavia, in assenza di piogge, come accaduto nell'estate e autunno del 2015, la raccolta può non essere sufficiente per l'innevamento artificiale delle piste e il ricorso alle riserve del sistema acquedottistico del bacino di Pian delle More garantisce in quel caso la disponibilità d'acqua per i gestori sia del servizio idrico sia degli impianti sciistici.