Il 13 febbraio alle 18

Enoarmonie: è la volta di Guido Zaccagnini

A Villa Martinengo, si festeggiano i 10 anni della manifestazione e della Pantomima Rinata di Mozart

Pantomima Rinata di Mozart, in scena (© )

MANZANO - I tre secoli di vita di villa Martinengo, i dieci anni delle Enoarmonie e i dieci anni dal debutto di un'altra fondamentale produzione dell’Associazione Gaggia, ossia la ricostruzione della Pantomima Kv 446 di Mozart: queste le tre ricorrenze che si festeggiano contemporaneamente sabato 13 febbraio alle 18 nella bellissima dimora storica di Soleschiano di Manzano.

I vini che saranno uniti alla musica mozartiana e sinestetizzati da Guido Zaccagnini
Zaccagnini, voce nota di Radio 3 RAI, arrivano dalle aziende Perusini e Ronchi di Cialla, che fin dall'inizio hanno creduto e scommesso sul format dell’Associazione Gaggia, in cui l'alta degustazione si coniuga all'ascolto musicale. Nel corso dell’appuntamento, sarà quindi eseguita la Pantomima di Mozart, uno dei non pochi frammenti incompleti del genio salisburghese giunti sino a noi: in un’apposita produzione avvenuta per le celebrazioni del 2006, infatti, la Gaggia si arrischiò a commissionare un completamento della pagina, sia per la parte musicale (affidata Vladimir Mendelssohn) che per quella del testo (realizzata da Quirino Principe). Da allora, la Pantomima Rinata è stata eseguita decine di volte in Italia, in America, in Sud Africa, in Germania, Austria, Svezia, Finlandia, repliche culminate con un concerto al Quirinale in diretta radiofonica nazionale su Radio3 RAI ed Euroradio. Gli interpreti di sabato saranno ancora, come dieci anni fa, Manuel Buttus e Giorgio Monte del Teatrino del Rifo, con Andrea Rucli al pianoforte, il quartetto d'archi dell'Ensemble Ellipsis e Claudia Grimaz nei panni di Colombina.

Per info: www.sergiogaggia.com