La polemica

Denominazione del nuovo stadio: esposto all'Autorità nazionale Anticorruzione

La mossa è delle opposizione in Comune di Udine, che criticano la scelta di utilizzare, nelle comunicazioni ufficiali, Dacia Arena al posto di Stadio Friuli. Ma Soldati respinge le accuse

Il nuovo stadio Friuli (© )

UDINE - Un esposto al presidente dell' Autorità nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone, perché «intervenga affinché sia ripristinato il corretto uso della denominazione ufficiale dello 'Stadio Friuli'», invece che stadio 'Dacia Arena'  è stato depositato da otto consiglieri del Comune di Udine di FI, Identità civica, Pdl, Lega Nord, Per Udine, Udc. Per i denuncianti, «per nessun motivo deve essere modificato il nome Stadio Friuli».

Un nuovo capitolo, quindi, nella vicenda che vede contrapposti l'Udinese, una parte del tifo bianconero e quella porzione di consiglieri comunali contrapposta alla maggioranza del Comune di Udine. Motivo del contendere, la scelta di dare spazio alla denominazione 'Dacia Arena' nelle comunicazioni ufficiali e all'esterno dell'impianto, piuttosto che a quella storica di 'Stadio Friuli'. 

«Non esiste nessun naming. Si tratta solo di una sponsorizzazione», ha replicato il presidente dell'Udinese, Franco Soldati: «lo stadio è lo stadio Friuli, c'è ovviamente la sponsorizzazione della Dacia Arena».
Per Soldati, «questo è un problema che qualcuno ha creato ad hoc, è un problema che non esiste», si tratta di «piccole liti di paese che devono finire. Pensiamo al bene dell'Udinese calcio».