Danni ingenti alla struttura

Un San Valentino di solidarietà al rifugio Nordio

Angela Virgalito continua a ringraziare tutti per l'aiuto e affida a Facebook i suoi pensieri per i volontari che in questi giorni hanno dato una mano

Il rifugio Nordio ricoperto dai teloni (© )

MALBORGHETTO – E’ grande la solidarietà che il popolo della montagna sta dimostrando ai gestori del rifugio Nordio. Gravemente danneggiato da un incendio, in questi ultimi giorni il via vai tra la struttura che si trova in Val Uque, sopra Ugovizza, e il fondo valle, è continuo, nonostante la presenza della neve. Tanti gli amici che hanno voluto dimostrare ad Angela Virgalito e al marito la propria solidarietà, dando una mano a svuotare i locali e a salvare il salvabile, e stendendo dei teloni protettivi sulla copertura. Ognuno ha cercato di rendersi utile a suo modo. Il resto l'ha fatto la neve caduta negli ultimi giorni, che ha ricoperto le 'ferite' provocate dal fuoco.
Il ringraziamento dei gestori, ancora una volta, è arrivato via Facebook: «Ecco cosa fanno gli amici...sentono il cuore battere più forte per te, ti pensano, ti scrivono, ti telefonano, corrono, curano le ferite ti abbracciano per proteggerti e aiutarti ad affrontare i giorni difficili in attesa della guarigione. Li ringrazi tutti, di cuore, con le lacrime agli occhi».

I danni provocati dall’incendio sono ingenti. E ci vorranno mesi per riaprire il rifugio. Ma i gestori sono determinati ad andare avanti, anche grazie al supporto che stanno ricevendo da più fronti. Su quanto accaduto quella notte maledetta, Angela Virgalito, il giorno di San Valentino, ha scritto sulla sua pagina Facebook: «Penso che tutti i messaggi che sto leggendo siano la cosa più bella, anche se le lacrime non si fermano. Voglio ringraziare la signora che mi ha detto chi c'era quella notte, sinceramente tanti non li conosco, erano tanti tanti…tanti volti stanchi, infreddoliti, bagnati, sporchi di fuliggine; per me erano tanti amici, non divise, ma Angeli bagnati e infreddoliti...e io non potevo aiutare, neanche un thè caldo, stava bruciando tutto ma stavano lì e veramente non so come ringraziarli. E non so come ringraziare tutti quelli che in questi giorni ci stanno aiutando e scrivendo. Non ho mai ricevuto tanto affetto in tutta la mia vita. E' il più bel regalo di San Valentino, è amore e non so come ringraziarvi tutti, grazie ancora».