La città del futuroLa città del futuro

L’Archeologico di Udine “Museo dell’accessibilità”

Approvato dalla giunta il protocollo d'intesa tra Museo e Comitato provinciale di coordinamento delle associazioni disabili

Alcuni esempio di quanto è possibile vedere (© )

UDINE - Il Museo Archeologico si candida a essere, tra i Civici Musei del Comune, il museo dell'accessibilità. La giunta comunale, su proposta dell'assessore alla Cultura, Federico Pirone, infatti, ha approvato un protocollo d'intesa tra il Museo che ha sede in castello e il Comitato Provinciale di Coordinamento delle Associazioni delle Persone con Disabilità e delle loro Famiglie della Provincia di Udine. Il testo, che sarà sottoscritto da tutte le parti, prevede uno stretto rapporto di collaborazione tra il Comune e il Comitato, collaborando a iniziative e progetti sui temi e sugli ambiti di interesse reciproco, apportando ciascuna le competenze e le risorse disponibili, affinché diventi prassi e cultura diffusa e permanente il mettere al centro del sistema museale ogni visitatore con le sue variegate esigenze.

Un primo, concreto, esempio è la mostra «Mense e banchetti nella Udine rinascimentale»
Visitabile fino al 18 settembre, per la rassegna è stata fondamentale la collaborazione con «Progetto Autismo FVG» e con le sezioni di Udine dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e dell’Ente Nazionale Sordi, che ha permesso la realizzazione di alcuni dispositivi per favorire la visita alla mostra come video per persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, video con interpretazione nel linguaggio dei segni e sottotitolati per sordi, audioguide introduttive alla mostra per ciechi e ipovedenti.