domenica 28 febbraio, alle 15, a Venzone

Incuintris di Venēon”: Angelo Floramo racconta Antoni Beline

Saranno presentate due opere dell’autore

La copertina del libro “La Tribł di Levi” (© )

VENZONE - Continua il ciclo degli «Incuintris di Vençon», le conferenze organizzate da Glesie Furlane a Venzone. Dopo Sergio Cecotti, che ha inaugurato il 2016 facendo il punto sul tema dell'autonomia friulana, il secondo appuntamento è dedicato alla letteratura, nello specifico alle ultime pubblicazioni che rientrano nell'Opera Omnia di pre Antoni Beline, che quest'anno avrebbe compiuto 75 anni (11 febbraio 1941 – 23 aprile 2007).

Floramo racconta Beline
Sarà Angelo Floramo, domenica 28 febbraio, alle 15, a Venzone, dopo il canto dei Vespri in Duomo, a presentare «La tribù di Levi-vitis di predis», opera postuma e inedita di pre Antoni Beline, finanziata dalla Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia e dalla Fondazione Crup. Nella stessa occasione sarà presentato un altro volume dell'Opera Omnia di pre Antoni Beline, finanziato anch'esso con contributo regionale: il sesto volume della raccolta di «Cirint lis olmis di Diu n. 6», gli articoli che l'Autore pubblicò su «La Vita Cattolica». Tra gli interventi selezionati sono presenti anche alcuni articoli inediti che la redazione del settimanale diocesano udinese non aveva pubblicato. Inoltre i partecipanti potranno acquistare anche le altre pubblicazioni finora edite da Glesie Furlane.

Per rimanere aggiornati sull'attività di Glesie Furlane si può consultare il sito www.glesiefurlane.org oppure la pagina Facebook.