11 km nella natura

A Malborghetto il Comune fa turismo con l'aiuto della Regione Fvg

Inaugurato dal sindaco Preschern, dalla presidente della Regione Serracchiani e dal Direttore di PromoTurismo FVG Petrangelo «Saisera Wild Track», il sentiero immerso nei boschi della Val Salsiera.

Preschern, Serracchiani e Petrangelo (© )

MALBORGHETTO – Si chiama ‘Saisera Wild Track’. E’ il sentiero immerso nei boschi che l’amministrazione comunale di Malborghetto-Valbruna ha realizzato con il supporto di PromoTurismo Fvg e di Alpi Friulane. «Una forma di turismo sostenibile – ha chiarito il sindaco Boris Preschern – e siamo solo all’inizio». Al taglio del nastro del nuovo percorso (11 km nei boschi della Val Saisera) è intervenuta anche la presidente della Regione Debora Serracchiani accompagnata dal direttore di Promoturismo Fvg, Marco Tullio Petrangelo.

Il Comune di Malborghetto ha voluto prendere in mano le sorti del turismo e ha dato vita a questo percorso, che nella versione invernale può essere attraversato con le ciaspe, con gli sci o con le mountain bike. C’è anche una versione ridotta del sentiero, lunga 3,5 km e denominata ‘Valbruna Beisner Track’. «Questi percorsi nascono dall’idea di un sognatore – ha commentato Preschern, riferendosi a sé stesso –. L’iter è stato lungo, ma ottenute le autorizzazioni del caso, siamo riusciti a portare a termine il progetto, per la cui realizzazione ringrazio l’amministrazione comunale, la popolazione e tutti coloro che ci hanno dato una mano». Il sindaco ha ribadito come per riuscire a vendere un ‘prodotto turistico’, prima, bisogna costruirlo. In Val Saisera, complice la natura, da oggi c’è il sentiero ‘Saisera Wild Track’. «Abbiamo avviato la promozione di questo nostro ‘prodotto turistico’ e i primi risultati stanno già arrivando. Ora abbiamo il prodotto e anche l’offerta. E siamo solo all’inizio». Tra i progetti nella mente di Preschern ci sono un impianto di neve artificiale per il fondo e un sentiero tematico dedicato agli abeti di risonanza.

La presidente Serracchiani, complimentandosi per l’iniziativa, ha dichiarato: «Se vogliamo portare i turisti in questo territorio dobbiamo mettere loro a disposizione servizi. Il nostro obiettivo è mettere al centro dei flussi turistici europei la nostra regione, perché il turismo è economia ma per far sì che diventi tale servono investimenti». A questo proposito Serracchiani ha confermato che ci sono prodotti e area tematiche su cui investire: «Vogliamo che l’attrattività del nostro territorio migliori». A cominciare dalla fruibilità della Val Saisera.