Riferimenti anche a Sella Nevea-Bovec e ad Arta Terme

Petrangelo promuove Tarvisio: «E' il polo che è andato meglio»

Il direttore di PromoTurismo Fvg riconosce il merito dei tecnici della Valcanale che sono riusciti a preparare la neve artificiale facendo meglio non solo delle altre località del Fvg, ma anche di quelle di Austria e Slovenia

Marco Tullio Petrangelo (© )

TARVISIO – La stagione invernale 2015/16 non sarà archiviata come la migliore degli ultimi anni. Ma una cosa è certa: il polo di Tarvisio farà registrare numeri importanti. A confermarlo è il direttore di PromoTurismo Fvg Marco Tuttio Petrangelo, che anticipa un primo bilancio della stagione dello sci, facendo un cenno anche al polo transfrontaliero di Sella Nevea-Bovec e alle terme di Arta.

Per lo sci una buona partenza poi il tracollo a Capodanno
«Questa stagione è partita molto bene, con un ottimo riscontro dagli abbonamenti. Tutto è andato per il meglio fino alla fine dell’anno – afferma Petrangelo –. Poi è arrivata la settimana a cavallo di Capodanno che ha fatto registrare un calo importante di presenze turistiche, e soprattutto di pendolari. La causa è da imputare al cattivo stato dell’innevamento dei nostri poli, disertati da coloro che sciano un solo giorno e se ne tornano a casa. Non è andata così per gli alberghi – chiarisce – perché chi proveniva da fuori regione ha soggiornato comunque in Fvg, e infatti le presenze hanno tenuto. I turisti, in quel periodo, non potendo sciare, hanno trovato altro da fare grazie alle offerte alternative messe a disposizione dai vari poli».

Gli ottimi risultati di Tarvisio
«Tarvisio – spiega Petrangelo – è il polo dove c’è stato un aumento nella fruizione degli impianti oltre a un incremento importante di ricavi e di passaggi sulle piste, e questo grazie ad alcune favorevoli condizioni meteorologiche sommate alle capacità tecniche del personale e della dirigenza locale di ProTurismo Fvg, che hanno permesso di innevare le piste meglio e prima rispetto ad altre parti. Quindi ci sono stati più sciatori provenienti anche dalle vicine Austria e Slovenia, dove la situazione non era migliore».
Grazie alle nevicate delle ultime settimane, comunque, tutti i poli stanno recuperando in termini di presenze. «Ogni settimana che passa – assicura il direttore di PromoTurismo Fvg – recuperiamo qualcosa rispetto alla scorsa stagione».

Bovec e il collegamento con Sella Nevea
Per quanto riguarda il polo transfrontaliero tra Sella Nevea e la località slovena di Bovec, Petrangelo precisa: «I lavori sono in corso e dovrebbero essere ultimati nei prossimi giorni. Non abbiamo avuto comunicazioni ufficiali, ma per i primi giorni di marzo gli impianti sul versante sloveno, quelli fino a metà crinale, dovrebbero rientrare in funzione. Poi dalla prossima stagione sarà riattivato anche l’impianto da Bovec e il collegamento sarà nuovamente al completo».

Le terme di Arta
In questa fase PromoTurismo Fvg si sta occupando della gestione delle terme, in attesa che un operatore privato accetti le condizioni contenute nel bando e si faccia carico della struttura. «Sta andando meglio di quanto ci aspettassimo – confida Petrangelo – c’è un ottima frequentazione soprattutto dopo la chiusura delle piste. In tal senso registro la fattiva collaborazione instaurata con il polo dello Zoncolan e con gli albergatori della zona. Si stanno creando le condizioni di sostenibilità per la gestione delle terme. Ora speriamo arrivino delle offerte, visto che la prima gara è andata deserta».