7 luglio 2020
Aggiornato 20:30
E' caccia all'uomo

Rapinato e bastonato storico commerciante di Tricesimo

Pino Tullio, 88 anni, è stato aggredito, derubato e chiuso in bagno nel suo negozio che sorge accanto alla statale 13 Pontebbana. Il fatto è avvenuto giovedì mattina

TRICESIMO – Presto a bastonate da quello che sembrava un cliente come tanti. Se l’è vista brutta Pio Tullio, storico commerciale di mobili a Tricesimo, sulla statale 13 Pontebbana, dove da decenni porta avanti il negozio ‘Arredamenti Tullio’.

Anche giovedì, Tullio, 88 anni, si trovava nel suo punto vendita. Era solo quando è entrato un uomo di mezza età, apparentemente distinto, che pareva interessato a un componente d’arredo. Zoppicava e per camminava si sosteneva con un bastone. Dopo aver fatto qualche domanda su un divano, fingendo di volerlo acquistare, ha messo in atto il suo piano: approfittando di un momento di distrazione di Pio, il malitenzionato ha intimato all‘anziano venditore di consegnargli tutto il denaro, brandendo il bastone. Ne è nata una collutazione e ad avere la peggio è stato Tullio, colpito più volte, anche alla testa.
Il delinquente ha arraffato qualche centinaio di euro e si è dato alla fuga, non prima di aver chiuso in bagno il commerciante. Quest’ultimo ha perso conoscenza ed è riuscito a richiamare l’attenzione del suo vicino, un benzinaio, dopo diverso tempo, affacciandosi alla finestra e gridando.

E’ così scattato l’allarme e sono cominciate le ricerche da parte dei carabinieri. Un episodio che ha creato molto scalpore a Tricesimo e nel mondo degli immobiliaristi friulani, dove Tullio è stimato e conosciuto.
Una rapina che assomiglia molto a un furto realizzato qualche settimana fa a Udine, in via Aquileia, dove un malvivente che corrisponde alla stessa descrizione fatta da Tullio, ha colpito in un negozio della Bassetti.