22 novembre 2019
Aggiornato 05:30
Altro lutto per il Friuli dopo quello di Giulio Regeni

Elisa nel ricordo degli amici reali e 'virtuali'

La pagina Facebook della studentessa morta nell’incidente di Tarragona ‘invasa’ da messaggi di cordoglio e di stima

VENZONE – Incredulità, sgomento, dolore. Da quando si è sparsa la notizia che Elisa Valent è una delle vittime dell’incidente stradale a Tarragona, il Friuli è ripiombato nella tristezza che l’aveva avvolto solo pochi mesi fa per la morte di Giulio Regeni. Due vite spezzate in maniera crudele, due studenti partiti alla scoperta del mondo, desiderosi di apprendere e di crescere.
Elisa era una ragazza solare e intraprendente, che amava quello che faceva. Sempre con il sorriso sulle labbra, adorava passare il tempo in compagnia degli amici. In queste ore la sua pagina Facebook è invasa da messaggi di cordoglio. A scrivere non sono solo le persone a lei più vicine, i suoi ex compagni di scuola, i suoi conoscenti, ma anche persone qualunque, persone mai incontrate che però stanno condividendo il dolore per la scomparsa di una giovane vita.

L’affabilità di  Elisa è una delle caratteristiche più ricordate dagli amici di sempre. Anna, ad esempio, scrive: «La tua arguzia e il tuo sorriso mancheranno. Con o senza apparecchio. Ti voglio bene». Elisa aggiunge: «Non dimenticherò mai il tuo sorriso e la tua voglia di vivere... buon viaggio eli ci mancherai».
Questo il pensiero lasciato da Marco: «Siamo qui per compiere una missione, evidentemente tu l'avevi già portata a termine, buon rientro a casa Elisa che il Signore ti ha già accolto a braccia aperte». Debi, invece, scrive: «Ho così tanti flash che riaffiorano in questo momento! Ti ricorderò sempre per la tua strabiliante vitalità, per i tuoi leggins e per i tuoi calzini a righe! Ciao Valent! Vedi di far sbarellare tutti anche lassù con la tua energia!». Sonia la ricorda così: «Asilo, elementari, medie insieme: cara elisa valent non ti dimenticherò mai: sei e sarai per sempre una grande amica».

Straziante il ricordo di Micaela: «Proprio oggi Eli facebook mi ricordava da quanto tempo eravamo amiche qui. Si qui. Perché in realtà ci conosciamo da quando abbiamo memoria. Stamattina pensavo a cosa scriverti, a cosa riportarti alla mente. Magari le ferie insieme a Caorle, o quelle a Bibione. Non ho fatto in tempo. Una telefonata mi ha spezzato il cuore. Io non so se si possa dare un perché a questo dolore. So che fa male e x adesso non ci credo. Domani incontrerò il tuo papino nel bar della mamma, chiederò come stanno le sue donne, e lui mi risponderà. Come ogni settimana. Io ti prometto che da quaggiù farò ciò che mi è possibile x la tua mami, la tua sorellina, e il tuo amato papà. Eli ti voglio bene».

C’è anche chi lascia un pensiero pur non avendo conosciuto direttamente Elisa, come Vincenzo: «Ho sentito il tuo nome in tv e ho sperato con tutto il cuore che non fossi tu!  Non ti ho mai conosciuta personalmente, non ci siamo mai parlati tanto, ma eri tra i miei amici ‘virtuali’, vedevo le tue foto e i tuoi momenti di vita...Morire così è ingiusto!»