Concorso per le scuole primarie

‘C’era una volta ... la mia città’: vincono tutti!

Promossa da Confcommercio Udine, con il sostegno di Fondazione Crup, l’iniziativa ha coinvolto molti bambini che avevano il compito di raccontare la loro città

La sala gremita in cui si è svolta la cerimonia di premiazione (© Diario di Udine)

UDINE - ‘C’era una volta ... la mia città’. Un concorso che inizia come una bella favola e che volge  al termine (con la premiazione che si è svolta l’8 aprile) in una sala (quella della Fondazione Crup in via Manin) brulicante di piccoli concorrenti. Tutti composti, attenti e in silenzio. L’emozione che vibra nell’aria. Molti sguardi, sorrisi, ammiccamenti. Chissà chi ha vinto? L’annuncio non è arrivato subito. La parola è prima andata agli adulti, a coloro che hanno reso possibile tutto. Non meno emozionati, di fronte a una platea insolita, fatta dai bambini di alcune scuole primarie della città, Giovanni Da Pozzo, presidente di Confcommercio Udine, che ha promosso l’iniziativa – realizzata nell’ambito del programma di animazione dedicato al Natale 2015 – e Lionello D’Agostini, di Fondazione Crup, che l’ha sostenuta, si sono detti entusiasti del progetto e degli ottimi elaborati presentati, e hanno ricordato che «l’importante è partecipare e farlo con impegno».

Ma facciamo un passo indietro, cosa chiedeva il concorso a questi piccoli cittadini?
Dovevano innanzitutto imparare giocando! A essere coinvolti i bimbi delle primarie cittadine: ispirati dai banner che durante le festività natalizie hanno ospitato gli aneddoti sulle vie del centro, una volta tornati a scuola si sono messi all’opera elaborando fiabe, favole, racconti fantastici e realistici o, più semplicemente, narrando la loro Udine, fra qualche anno. «É un’idea vincente. – ha spiegato D’Agostini - I bambini in questo modo hanno potuto conoscere il territorio vivendolo in prima persona e ripensarlo. Loro saranno il nostro futuro. Li ringrazio per lo sforzo e per l’impegno messo in questo progetto che li ha visti protagonisti». «La premiazione di questo volenterosi alunni, ottimamente supportati dal corpo insegnanti, – ha proseguito Da Pozzo – è il coronamento della collaborazione tra enti, categorie e imprese che ha consentito di animare Udine con diverse iniziative lo scorso Natale. La conferma che – ha concluso – quando si riesce a costruire un progetto comune , ne traggono vantaggio cittadini, visitatori e attività produttive, che coraggiosamente, pur in una situazione dell’economia ancora complessa, ce la mettono tutta con impegno e fiducia».

Spazio quindi alla fantasia
A Udine approdano principesse residenti nell’antica torre di via Aquileia e autobus elettrici, in onore e memoria di uno dei più celebri cittadini della capitale del Friuli, Arturo Malignani. Fiabe, leggende, poesie, filastrocche, i piccoli hanno raccontato la città di ieri, oggi e domani in un mix originale fatto di storia – grazie al contributo delle insegnanti che li hanno accompagnati in questo percorso – e fantasia. Non a caso infatti la giuria (composta da Gianfranco Ellero, Caterina Segat, Fabio Passon e Sara Fantini) nell’esprime il suo giudizio ha sottolineato come tutti elaborati siano stati ricchi «di fantasia e conoscenze storiche sulle origini della Udine emporiale attinte dai racconti dei parenti e degli insegnanti. Un’operazione sicuramente riuscita che testimonia l’affetto dei bambini per la città».

I premi
Vi starete chiedendo chi ha vinto. La commissione ha voluto un ex aequo: prima posizione per la 5^ C della Maria Boschetti Alberti (insegnante Enza La Tona) e per la 4^ B E. Girardini (insegnante Fausta Pressacco). Altri due riconoscimenti, sempre pari merito, sono andati alla 4^ A della E. Girardini (insegnante Antonella Ermelinda Lanzaro) e alla 5^ A della Maria Boschetti Alberti (insegnante Chiara Marcotti). Alle quattro classi sono stati consegnati altrettanti tablet e caramelle a volontà per tutti.

Gli elaborati saranno visibili sul sito di Confcommercio Udine nei prossimi giorni.