Da domenica 10 aprile

“Festival Viktor Ullmann” al via la nuova edizione

Molte le novità di quest’anno: il concerto evento dedicato a Marc Lavry con il flautista Roberto Fabbriciani e la prima esecuzione assoluta europea della Seconda Sinfonia di Marcel Tyberg, passato per la Risiera di San Sabba

Uno dei concerti della passata edizione (© Festival Viktor Ullmann)

TRIESTE – Nuova edizione per il «Festival Viktor Ullmann» dedicato alla musica concentrazionaria, degenerata e dell'esilio. In programma, da aprile a dicembre, quindici appuntamenti tra concerti, conferenze e documentari a Trieste e in altre località della regione. Proseguono le collaborazioni con il Festival «Erev/Laila» e – con un laboratorio indirizzato ai giovani musicisti - con il festival «Stazione di Topolò». Il focus della III edizione saranno compositori europei poco eseguiti come quelli olandesi, ungheresi e austriaci e i concerti verranno introdotti da una breve prolusione storico/musicale. Molte le novità di quest’anno: il concerto evento dedicato a Marc Lavry con il flautista Roberto Fabbriciani e la prima esecuzione assoluta europea della Seconda Sinfonia di Marcel Tyberg, passato per la Risiera di San Sabba. Partecipazione straordinaria dell’Orchestra della Fondazione del Teatro Lirico «Giuseppe Verdi» di Trieste per il concerto finale del Festival. In calendario anche due documentari sulla Musica e la Shoah. Il programma sarà arricchito inoltre da concerti di musica da camera. A uno di questi è affidata l'apertura domenica 10 aprile.

Informazioni su Associazione «Musica Libera» | www.festivalviktorullmann.com |