Elezioni, cronaca, arte

Le tre notizie dell'11 aprile 2016 a Udine e dintorni

Cosa è successo in Friuli oggi? Ogni giorno, alle 20.30, selezioniamo per voi alcuni dei fatti capitati in città e in provincia

Le tre notizie scelte per voi dal Diario di Udine (© Diario di Udine)

Ogni giorno alle 20.30 il nostro giornale, Diario di Udine, sceglie per voi alcune delle notizie che raccontano la giornata. Come fossimo un telegiornale, ma sul web e per iscritto (e spesso con l’aggiunta di foto e video), vi riproponiamo ciò che è avvenuto a Udine e dintorni.

Le tre notizie di lunedì 11 aprile 2016 scelte per voi

  • Referendum anti-trivelle: un Comitato per il sì a Udine – Mancano ormai pochi giorni al referendum ‘anti-trivella’. L’informazione che i cittadini hanno è scarsa, e il quesito proposto da alcune Regioni italiane rischia di non raggiungere il quorum. Per questo, anche in Fvg, si è formato un Comitato per il sì, a cui hanno aderito anche alcuni parlamentari friulani. Tra questi due esponenti del Pd, pronti a recarsi alle urne e a votare sì nonostante l’invito all’astensione del loro leader Renzi. Per i sostenitori del sì, è ora di mettere da parte le fonti energetiche fossili e puntare con maggiore decisione su quelle alternative e sostenibili. L'appuntamento è per il 17 aprile. (Leggi la notizia)
     
  • Denunciato un 34enne per danneggiamenti – I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, coadiuvati da quelli della stazione di Remanzacco, a conclusione di un’attività d’indagine scaturita dalla denuncia presentata dal titolare di un’azienda agricola del luogo, hanno deferito in stato di libertà all’autorità giudiziaria per l’ipotesi di reato di danneggiamento un 34enne della zona che, per futili motivi e servendosi del cric di una vettura, aveva infranto le vetrine d’ingresso dell’esercizio commerciale del denunciante.
     
  • Arte giapponese protagonista a Udine – Il 17 aprile apre nel capoluogo friulano una mostra che riunisce finalmente in Italia cinque degli esponenti più rappresentativi dell’arte contemporanea giapponese, con in più un site specific di Tatzu Nishi per la prima volta nel nostro Paese. Organizzata dal Comune di Udine - Civici Musei e curata da Denis Viva - prenderà il via pochi giorni prima della 18° edizione del Far East Film Festival (22-30 aprile), il più grande festival europeo del cinema asiatico. Inserita nel programma di eventi che celebrano in tutto il Bel Paese il 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, la mostra sarà visitabile sino al 28 agosto nelle centralissime piazza Libertà (per la quale ci sarà uno speciale progetto artistico) e Casa Cavazzini - Museo d’Arte Moderna e Contemporanea. (Leggi la notizia)