La mostra

A Udine è “Lego mania”

A San Francesco la grande ricostruzione della città, per una superficie di 40 metri quadri, sarà un diorama con all'interno tante altre piccole mostre

UDINE - A Udine è «Lego mania». Dopo la suggestiva piazza Matteotti, realizzata interamente con oltre 80 mila «mattoncini» dal maresciallo dei Carabinieri Luca Di Lazzaro, il capoluogo friulano si appresta ad ospitare una vera e propria invasione dei colorati e famosi mattoncini assemblabili prodotti dell'azienda danese. Il progetto espositivo per la «creazione» di una città in miniatura, proposto da «LAB Literally Addicted to Bricks», «letteralmente dipendenti da mattoncini», ha avuto il via libera dalla giunta comunale su proposta dell'assessore alle Attività produttive e Turismo, Alessandro Venanzi, e sarà esposto nella suggestiva cornice dell'ex chiesa di San Francesco a maggio.

40 metri quadri di mattoncini colorati
La grande ricostruzione della città, per una superficie di 40 metri quadri, sarà un diorama con all'interno tante altre piccole mostre. Dentro gli edifici che compongono l’esposizione ci saranno infatti da scoprire tantissime realizzazioni, dove i personaggi e le realtà rappresentate dai mattoncini rispecchieranno quelle reali. A partire dal quartier generale di LAB, dove i ragazzi sono a lavoro, per arrivare al centro commerciale, con tanto di fioreria, pasticceria e negozio di giocattoli. Ma ci sarà, tra i tanti, anche il quartiere residenziale, con il barbiere e il negozio di animali di quartiere, e dentro gli appartamenti si potranno scorgere scene di vita familiare quotidiana. I paesaggi cittadini presentati in mostra saranno anche ricchi di elementi e dettagli tecnici da scoprire. Nella «City booming Udine», questo il titolo dell'esposizione, ci saranno anche i modular Building della Lego, dei quali, attraverso appositi video e immagini, si potranno apprezzare gli interni completamente e dettagliatamente arredati, illuminati e abitati.

I dettagli prossimamente ...
Non appena pronti gli aspetti organizzativi saranno definiti anche i dettagli di apertura al pubblico e molte altre curiosità, anche se è già certo che all'interno della città ricostruita nel diorama, verrà ospitata anche l'ormai famosa piazza Matteotti realizzata, sempre con i Lego, da Di Lazzaro, così da consentire a tutti quelli che non hanno avuto modo di apprezzarla dal vivo nella giornata di esposizione all'Istituto Bearzi, di poterlo fare anche nell'ex chiesa di San Francesco.