27 luglio 2017
Aggiornato 00:30
Da giovedì 5 a domenica 8 maggio

Vulnerabilità: svelato il nuovo tema di vicino/lontano

I “dialoghi sul mondo che cambia”, in questa 12^ edizione ai nastri di partenza, trasformeranno sale e spazi cittadini in luoghi di dibattito e confronto: quasi 100 appuntamenti in quattro giorni affidati a centinaia di voci

Presentata la nuova edizione di vicino/lontano (© vicino/lontano)

UDINE – Vulnerabilità sembra essere sempre più la condizione che ci riguarda come singoli e come collettività. Vulnerabilità dunque come cifra del nostro tempo. Prenderne coscienza è utile, perché ogni consapevolezza è elemento forte sul quale si fonda una prospettiva di confronto, di incontro, di approfondimento. Da giovedì 5 a domenica 8 maggio ritorna a Udine il Festival vicino/lontano, per leggere, ancora una volta, il nostro presente, grazie alle sollecitazioni della parola e del pensiero. I «dialoghi sul mondo che cambia», in questa 12^ edizione ai nastri di partenza, trasformeranno sale e spazi cittadini in luoghi di dibattito e confronto: quasi 100 appuntamenti in quattro giorni – con alcune importanti anticipazioni – affidati a centinaia di voci: studiosi, giornalisti, scrittori, filosofi, storici, sociologi, artisti, tutti spinti dalla comune intenzione di porre e porsi domande, di coltivare l’arte del dubbio, di osservare con spirito critico per andare oltre la superficie e scandagliare il nostro «qui e ora», ma con una prospettiva rivolta al futuro.

Una serata dedicata al Premio letterario internazionale Tiziano Terzani
Nel cuore della rassegna, la serata-evento per la consegna del Premio letterario internazionale Tiziano Terzani, in programma sabato 7 maggio al Teatro Nuovo Giovanni da Udine per la regia di Gianni Cianchi. Il vincitore sarà proclamato da Angela Terzani, presidente della giuria, mercoledì 20 aprile a Roma. Tra i cinque finalisti: Martín Caparrós per «La fame» (Einaudi); Jonathan Crary per «24/7 Il capitalismo all’assalto del sonno» (Einaudi); Kamel Daoud per «Il caso Meursault» (Bompiani); Alessandro Leogrande per «La frontiera» (Feltrinelli); Lawrence Wright per «La prigione della fede» (Adelphi).

Molteplici i fili di riflessione che vicino/lontano intreccia nelle quattro giornate
Assodata la vulnerabilità del presente, sarà il direttore di LiMes, Lucio Caracciolo, nella serata inaugurale, giovedì 5 maggio, ad accompagnare il pubblico a immaginare il futuro: la sua lectio magistralis, dal titolo «L’Età dell’incertezza», muove dagli accadimenti di uno scenario geopolitico mutevole e di complessa comprensione, per comporre, laddove possibile, la visione di ciò che verrà. Ma a vicino/lontano si parlerà anche del rapporto tra mondo islamico e Occidente, si analizzerà, cercando di comprenderlo, il complesso fenomeno migratorio. E sull’onda della più recente attualità si discuterà di potere e delle sue menzogne, dei depistaggi e delle verità scomode. Non mancherà un’attenta analisi non solo della vulnerabilità del sistema in cui viviamo, ma anche delle fragilità del singolo, ecco quindi che saranno affrontati anche i temi del reddito di cittadinanza come utopia possibile e il sostegno dell’individuo. Temi di quest’edizione anche l’insicurezza e fragilità del sistema economico-finanziario e quello della cura»– riletto tra filosofia e psicanalisi –, ma anche delle paure degli adolescenti e della violenza verbale che corre in Rete.

Mostra fotografica
Alla Rotta Balcanica è dedicata la mostra fotografica di Francesco Malavolta, Giulio Piscitelli, Juan Carlos Marzi, Paolo Youssef, a cura della onlus Ospiti in Arrivo, allestita al Mercato del Pesce, con appendici nelle librerie cittadine, che ospiteranno gli scatti di Michele Biasutti e Veronica Andrea Sauchelli.

Vicino/lontano mantiene salde le sue radici nel Friuli
Nella terra che ricorda i quarant’anni dalla notte in cui, alle 21.06, un rombo sordo squarciava il silenzio buio e faceva precipitare il Friuli nell’abisso di distruzione del suo terremoto. Quel drammatico evento sarà evocato in una mostra multimediale, KAOS ’76, voluta dal Comune di Udine e dalla Regione Friuli Venezia Giulia e organizzata da vicino/lontano. Il progetto espositivo troverà spazio nel Cinema Teatro Odeon, restituito momentaneamente alla città. La ricorrenza del sisma sarà anche un’occasione per mettere a confronto il cosiddetto «modello Friuli» con le diverse esperienze di ricostruzione in Italia – dal Belice all’Aquila: se ne faranno carico Giovanni La Varra, Bartolomeo Pietromarchi e Andrea Tagliapietra.

Serata speciale di lunedì 9 maggio
Al centenario della nascita di padre David Maria Turoldo, cantore degli «ultimi», è dedicata la serata speciale di lunedì 9 maggio con l’anteprima dello spettacolo concerto «Turoldo vivo. Parole e musica per un domani», da un’idea di Giuseppe Tirelli  per la regia di Giuliano Bonanni. In tema di memorie friulane, vicino/lontano 2016 ospiterà anche la presentazione in anteprima dei volumi «La notte che il Friuli andò giù» e «Affari friulani del sabato sera», che raccoglie testi inediti di Elio Bartolini, entrambi pubblicati da Bottega Errante edizioni.

Ricchissimo il circuito di incontri nelle librerie cittadine
Attualità e storia, temi da leggere e da dibattere, compongono un percorso che ribadisce il ruolo del libro e la funzione della lettura come importante momento di crescita, con una particolare attenzione per l’educazione al multilinguismo negli appuntamenti dedicati ai più piccoli, realizzati in collaborazione con l’Arlef. Ma vicino/lontano è anche parola declinata a ritmo di musica in concerti e performance, in letture animate per piccoli spettatori, in spettacoli teatrali, in mostre dove la parola si fa sintesi dell’immagine e dell’arte.

Informazioni
La partecipazione a tutti gli eventi è libera fino a esaurimento dei posti disponibili. Sono a pagamento la proiezioni di Aftershock, martedì 3 maggio, ore 20.30, Visionario e il concerto Vif e Rythmique, mercoledì 4 maggio, ore 21.00, Teatro Palamostre
Per la Chiesa di San Francesco e per l’Oratorio del Cristo è previsto un ingresso preferenziale per gli «Amici di vicino/lontano» - fino a 10 minuti prima dell’inizio di ogni evento - su presentazione della tessera 2016.

Premio Terzani, Biglietti
I biglietti numerati per la serata di sabato 7 maggio sono ritirabili gratuitamente, per un massimo di 2 a persona, presso l’infopoint vicino/lontano in Largo Ospedale Vecchio, di fronte alla chiesa di San Francesco, a partire dalle 16 di giovedì 5 maggio e fino alle 14 di sabato 7 maggio.
Gli «Amici di vicino/lontano» in possesso della tessera 2016 possono ritirarli a partire dalle 16 di mercoledì 3 maggio. Ai soci sostenitori  sono riservati 2 biglietti, che restano a loro disposizione, sempre presso l’infopoint di Largo Ospedale Vecchio, fino alle ore 14 di sabato 7 maggio.
Chi risiede fuori regione può prenotare il proprio posto via mail, scrivendo a info@vicinolontano.it e allegando alla richiesta la fotocopia della carta d’identità, entro lunedì 2 maggio. I biglietti vanno ritirati dalle ore 16.00 e tassativamente entro le 19.30 di sabato 9 maggio, direttamente al Teatro Nuovo Giovanni da Udine.
Last minute: eventuali biglietti ancora disponibili vengono distribuiti presso la biglietteria del TeatroNuovo Giovanni da Udine a partire dalle 16 di sabato 7 maggio.

InfoPoint
A partire dal  27 aprile sono attivi in via Cavour e in piazza Matteotti due infopoint, dove si può ritirare il materiale informativo su vicino/lontano e sottoscrivere la tessera degli «Amici di vicino/lontano». Dal pomeriggio di mercoledì 4 maggio è attivo anche l’infopoint di Largo Ospedale Vecchio, di fronte alla chiesa di San Francesco.

Bookshop
Durante la manifestazione le pubblicazioni degli ospiti di vicino/lontano 2016 sono come sempre in vendita nello spazio bookshop di fronte alla Chiesa di San Francesco, a cura delle Librerie Einaudi, Friuli, Moderna e Tarantola. Sempre di fronte alla chiesa di San Francesco l’offerta editoriale sarà arricchita delle proposte delle Librerie Cluf, Pecora Nera, Martincig, Kobo e Odòs.

La pagina ufficiale di vicino/lontano è anche su Facebook e su Twitter e Instagram

Eventuali variazioni del programma, indipendenti dalla volontà degli organizzatori, vengono  comunicate sul sito www.vicinolontano.it nella sezione «Programma»

Per informazioni  tel. 0432-287171