La scoperta

Prostituzione e magia nera: appartamento sequestrato a Udine

La proprietaria, una donna ecuadoregna di 42 anni, è stata denunciata. Svolgeva il mestiere più antico del mondo insieme a una 35enne e a un trans 33enne

Anche una bambola voto trovata nell'appartamento a luci rosse (© udra11 | shutterstock.com)

UDINE – Prostituzione e magia nera. Erano le attività praticate in un appartamento di Udine, in viale delle Ferriere 7, sequestrato dai carabinieri della Compagnia di Udine. A esercitare il mestiere più antico del mondo, la proprietaria dell’immobile, una donna 42enne di nazionalità ecuadoregna, insieme ad un’altra 35enne e a un trans di 33 anni.
La proprietaria è stata denunciata in stato di libertà per l'ipotesi di reato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Nell’appartamento, oltre ai ‘ferri del mestiere (i preservativi), sono state ritrovate bambole voodoo, santini e altri oggetti solitamente utilizzati per i riti della magia nera. 

A far partire le indagini gli strani movimenti segnalati dai vicini di quell’appartamento, stanchi di quel via vai a ogni ora del giorno e della notte. Una casa di appuntamenti ‘inusuale’, in quanto gli annunci del sesso a pagamento non apparivano sui siti di incontri on line; gli addescamenti e le tariffe venivano concordate sul momento, davanti all’ingresso della palazzina, in strada.