25 gennaio 2020
Aggiornato 12:00
La soddisfazione di Lodi

L'Udinese pareggia a Bergamo e conquista la salvezza

I bianconeri, anche nella prossima stagione, giocheranno in serie A. Contro l'Atalanta finisce 1 a 1
L'Udinese conquista la salvezza
L'Udinese conquista la salvezza

BERGAMO - L'Udinese è salva. Arriva da Begamo il verdetto che i bianconeri hanno disperatamente cercato nelle ultime giornate e ora è finalmente raggiunto.  De Canio concede una chance dal primo minuto a Domizzi e Hallfredsson, mentre Reja non fa turnover e schiera i campo la formazione tipo. Grandissimi applausi all'ingresso in campo per il capitano nerazzurro Bellini che dopo 18 anni a Bergamo chiude la sua esperienza con il calcio giocato.

I padroni di casa iniziano meglio ma è l'Udinese a trovare subito il gol del vantaggio: Ali riceve palla sulla sinistra e pennella un cross per Zapata, il colombiano in torsione indovina l'angolo basso, Sportiello tocca ma non riesce ad evitare la settima rete in campionato del gigante di Calì. L'Atalanta ci mette poco meno di 10 minuti a riprendere la gara: Danilo nel tentativo di anticipare Borriello tocca il pallone con il braccio, Rizzoli indica immediatamente il dischetto concedendo il rigore. Della battuta si incarica proprio Bellini che spiazza Karnezis e corona nel modo più bello la sua giornata d'addio. L'Udinese perde per infortunio sia Wague che Kuzmanovic costringendo De Canio a far entrare in campo Lodi e Heurtaux. Il resto della gara offre ben poche emozioni fino al fischio finale. La vittoria della Lazio sul Carpi dà il via libera alla sentenza tanto attesa: l'Udinese giocherà in Serie A anche nella prossima stagione.

«Nei momenti di difficoltà ci siamo fatti forza l'uno con l'altro, oggi l'abbiamo fatto». Così Francesco Lodi ai microfoni di Udinese Tv. «L'anno prossimo dobbiamo ripartire con lo spirito delle ultime giornate, ci servirà da lezione. Dovremo avere un atteggiamento più propositivo, mettere in campo maggiore personalità. Quest'anno abbiamo toppato troppe volte, ma finalmente possiamo dire di esserci salvati. Penso che questa squadra potesse stare tranquillamente nella parte sinistra della classifica, purtroppo non siamo riusciti ad esprimere il nostro valore».