18 dicembre 2018
Aggiornato 12:30

Armero arrestato a Miami per violenza alla moglie

A darne notizia è il netwotk Usa Cbs, che parla di un’aggressione del calciatore bianconero alla sua compagna dopo il rifiuto ad avere un rapporto sessuale
La notizia dell'arresto dato dalla tv americana
La notizia dell'arresto dato dalla tv americana (Cbs)

UDINE – Pablo Armero ci ricasca. Il calciatore colombiano dell’Udinese è stato arrestato a Miami per aver aggredito la moglie. A darne notizia è il netwotk Usa Cbs, che parla di un’aggressione di Armero alla sua compagna dopo il rifiuto ad avere un rapporto sessuale.

A quanto riporta la Cbs, la polizia è accorsa in un hotel di Miami dopo essere stata avvisata dai vicini. Nella stanza sono stati trovati i capelli tagliati alla donna. Armero, infatti, dopo il rifiuto a consumare il rapporto, avrebbe preso la moglie con la forza e le avrebbe tagliato una parte della chioma per ripicca.

Armero si trovava a Miami per impegni con la sua nazionale, che proprio in questi giorni affrontava Haiti. Il calciatore bianconero (con un passato in Napoli e Milan) non è nuovo a bravate di questo tipo. Tre anni fa fu sorpreso da moglie, figli e suoceri con due squillo. Ancora prima, cinque anni fa, fu fermato senza patente e in dolce compagnia (non della moglie) mentre guidava in maniera spericolata per le vie della città.