Confcooperative Fvg

‘Raggiungi l’Impresa’: premio all’Isis di Tolmezzo

I ragazzi premiati a Codroipo da Occhialini e Galluà. Il progetto ha coinvolto 120 studenti di 4 istituti regionali che si aggiungono ai 2.189 già impegnati nei progetti di imprenditorialità cooperativa realizzati negli anni scorsi

I ragazzi che hanno vinto (© Confcooperative Fvg)

TOLMEZZO - È stato l’Isis ‘Fermo Solari’ di Tolmezzo ad aggiudicarsi il primo premio messo in palio a conclusione del progetto ‘Raggiungi l’Impresa’, ideato da Confcooperative Fvg che, dal mese di marzo, oltre agli studenti tolmezzini, ha coinvolto pure quelli dell’Itas ‘Sabbatini’ di Pozzuolo del Friuli, dell’Itas ‘Brignoli’ di Gradisca d’Isonzo e dell’Isis ‘Pertini’ di Staranzano, per un totale di 120 ragazzi. A conclusione del progetto, sono stati realizzati dei video promozionali e il migliore è risultato quello della scuola di Tolmezzo, dedicato alla promozione di un agriturismo carnico, con la seguente motivazione: «L’elaborato ha saputo comunicare in maniera originale il paesaggio tipico della Carnia anche reinventando e modernizzando un tema tradizionale quale il turismo in montagna. Denota la capacità di leggere e valorizzare il proprio territorio».

Le motivazioni
Il premio (un piccolo contributo finanziario per il sostegno agli studi) è stato consegnato, durante una speciale cerimonia svoltasi a Codroipo, dal consigliere designato della Federazione delle Bcc del Fvg, Luca Occhialini e dal segretario generale di Confcooperative Fvg, Nicola Galluà. Tre menzioni speciali di merito per gli altri elaborati. All’Isis ‘Pertini’ di Monfalcone: «per l’impegno civile e il messaggio di integrazione proposto, la poeticità delle immagini e la capacità di mettere in relazione l’elaborato con il contesto sociale di riferimento» (i ragazzi hanno proposto il video di una cooperativa di servizi all’infanzia valorizzando il concetto di integrazione e diversità come valore), e all’Itas ‘Sabbatini’ di Pozzuolo premiato: «per la capacità di far rivivere attraverso le immagini la vita quotidiana degli studenti e la ruralità».

Il progetto
L’iniziativa mirava a sensibilizzare gli studenti all'‘imprenditorialità’, una delle 8 competenze fondamentali, secondo la Commissione Europea, necessarie a sviluppare e maturare una cittadinanza attiva, in particolare attraverso l'esperienza della simulazione d'impresa cooperativa (Associazione Cooperativa Scolastica). Qui gli studenti si dovevano confrontare tra loro (l'Assemblea dei soci), dovevano organizzarsi dandosi dei ruoli precisi e lavorare per obiettivi cimentandosi pure nella soluzione dei problemi. Ai ragazzi era stato richiesto di costituirsi in cooperativa, di individuare il prodotto o servizio da proporre sul proprio territorio, elaborare un business plan per pianificarne la distribuzione e presentare un video di promozione del progetto d'impresa. Durante una serie di ‘workshop’, organizzati dagli Istituti, alcuni cooperatori hanno presentato agli studenti la loro impresa, le attività svolte, il mercato di riferimento e le professionalità in essa impegnate.