Il 5 giugno

Una domenica ricca di appuntamenti

Dai Cjars˛ns di Sutrio alle proposte del Touring Club Italiano in Carnia. Dall'ultimo giorno del Festival Risonanze alla musica classica a Moimacco con l'associazione Gaggia, fino alla poesia del Premio Castello di Villalta

Il bosco della Val Saisera (ę Risonanze)

UDINE – Indecisi sul da farsi domenica 5 giugno? Qualche idea per voi! Tra poesia, buon cibo, giri culturali e festival immersi nella natura, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Cjarsòns per tutti i gusti a Sutrio
Hanno radici lontane ed esotiche i Cjarsòns, sorta di golosi ravioli, piatto simbolo della Carnia. Ancora oggi moltissime sono le ricette, si contano oltre 50 variazioni. A questa golosità è dedicata ogni anno il primo weekend di giugno la festa I Cjarsòns, la tradizione della Carnia a Sutrio, incantevole borgo della montagna friulana. Il 5 giugno, a Sutrio, passeggiando fra le 10 isole di degustazione allestite negli angoli più caratteristici del paese, si potranno gustare i sapori inconsueti di questa pietanza e conoscere le diverse anime che caratterizzano un cibo d’origine sicuramente povera, ma complesso e ricco d’ingredienti quanto un piatto di alta ristorazione. 10 i paesi di tutte le vallate della Carnia coinvolti, che proporranno ognuno la propria ricetta. Si potranno così degustare cjarsòns salati o dolci, insaporiti da erbe primaverili o da piccole scaglie di cioccolato, con melissa e cipolla oppure con pere secche e carrube, accompagnati ai più pregiati vini di grandi aziende friulane, selezionati per l’occasione. Per informazioni: Carnia Welcome | 0433466220 | info@carnia.it | www.carnia.it |

Anche il Touring Club Italiano in Carnia
Interessante proposta del Touring Club Italiano per domenica 5 giugno: una visita esclusiva per i soci e gli amici del TCI alla scoperta delle Tradizioni golose e delle antiche pievi in Carnia. Il ritrovo dei partecipanti è alle 10 davanti al Museo Archeologico di Zuglio, che verranno accolti dal Console Regionale del Friuli Marina Tagliaferri. Raramente aperta al pubblico, la Pieve di San Pietro di Zuglio è uno dei tesori nascosti della Carnia: la giornata inizierà da lì e dal panorama impareggiabile che si gode dal suo sagrato. Si proseguirà con la visita a Sutrio. Nel pomeriggio è prevista una visita guidata a Sutrio, il paese degli artigiani del legno, che riserva incantevoli e impensati scorci e piccoli tesori d’arte e storia: fra l’altro si vedrà il Presepio animato di Teno, che riproduce in miniatura la vita di un tempo, e delle botteghe artigianali. La quota di partecipazione alla visita è di 30 € per i soci TCI e di 37 € per i non soci (bambini fino a 10 anni gratis, dai 10 ai 18 anni 15 €), con prenotazione obbligatoria entro 1 giugno contattando la mail info@viadegliartistiviaggi.com - Tel. 040632537. Al raggiungimento di un numero minimo di adesioni sarà organizzato un pullman da Trieste con tappe lungo la strada per far salire i partecipanti ad un costo di 30 € a persona. www.touringclub.it

Ultima giornata per il Festival Risonanze
L’evento è un’occasione unica per ammirare gli imponenti abeti rossi di risonanza, per ascoltare musica e racconti immersi in una natura ancora incontaminata, per vedere all’opera i maestri liutai, che creano i loro strumenti in tempo reale. Domenica 5 giugno si comincerà alle 9.30 dal Rifugio Montasio con la visita accompagnata dalla forestale attraverso il bosco della Val Saisera, alla scoperta del legno da risonanza. Parteciperanno i liutai ed i musicisti coinvolti dal festival. Alle 10 apertura del laboratorio di liuteria (all’ex polveriera, Saisera Alta, in caso di pioggia). Più tardi, alle 12 ancora picnic. Il  ritiro del sacchetto è previsto all’infopoint del parcheggio rifugio Montasio. Alle 15 appuntamento con ‘Note sacre lungo il sentiero’, concerto corale con la Nuovo AuriCorale VivaVoce, diretta dalla Maestra Monica Cesar all’ex polveriera in caso di pioggia). Alle 17 ‘Risonanze di confine’, concerto con la Camerata Orphica Soloists e La sinfonietta Fvg. Alle 18 concerto conclusivo al rifugio Montasio con i Radio Zastava. Informazioni www.risonanzefestival.com, pagina Facebook.

Musica classica a Moimacco
Appuntamento imperdibile (organizzato dall'associazione Gaggia), il 5 giugno, per gli amanti della musica classica, con un concerto interamente dedicato ad uno dei grandi capolavori dell’impressionismo francese, i Preludi di Debussy, un’integrale di raro ascolto e notevole interesse. Protagonista assoluto, l’eccezionale pianista finlandese Paaveli Jumppanen che si esibirà a Bottenicco di Moimacco alle 18, negli spazi della Fondazione de Claricini. Jumppanen, musicista di fama internazionale con un vasto repertorio che spazia da Bach all'avanguardia, ha direttamente collaborato con compositori celeberrimi, come Pierre Boulez, William Duckworth e Henri Dutilleux e, ovviamente, con autori della sua Finlandia, tra cui Perttu Haapanen, Lauri Kilpiö e Riikka Talvitie.

Giornata all’insegna della poesia con il Premio Castello di Villalta
Tre grandi poeti del nostro tempo nella terna finalista del Premio Castello di Villalta Poesia 2016: sono gli autori Milo De Angelis con «Incontri e agguati» (Mondadori), Andrea Gibellini con «Le regole del viaggio» (Effigie Edizioni) e Mariangela Gualtieri con «Le giovani parole» (Einaudi). Domenica 5 giugno, dunque, alle 18 nella splendida cornice del Castello di Villalta (Fagagna, Udine), i tre poeti finalisti si presenteranno al pubblico e alla Giuria del Premio Castello di Villalta Poesia, composta da Antonella Anedda, Alberto Bertoni, Roberto Galaverni, Antonio Riccardi e dal presidente Gian Mario Villalta. Conversazioni e letture si alterneranno dall’opera di Milo De Angelis, Andrea Gibellini e Mariangela Gualtieri, come sempre in un’atmosfera di festosa amicizia.  Nato con l'intento di valorizzare e promuovere la poesia, soprattutto nell'interesse delle giovani generazioni, il Premio si svolge anche quest'anno in tre successive scansioni: dopo l'incontro con i finalisti di domenica 5 giugno, nel mese di settembre è prevista la premiazione di tre poeti under 40, selezionati da una giuria di colleghi coetanei formata da Roberto Cescon, Azzurra D'Agostino, Tommaso Di Dio, Massimo Gezzi e Franca Mancinelli. Infine, a ottobre 2016, appuntamento con la premiazione del vincitore. Informazioni: www.castellodivillaltapoesia.com