Da giovedì 9 giugno

Arriva Cinemambulante: film a spasso per il Fvg

Il Festival si propone di mettere in luce la produzione e la vita cinematografica della regione dando la parola ad autori, produttori, registi e distributori Tratto distintivo, l'Orsetto, un vecchio furgoncino rosso fiamma Om, allestito dal regista di documentari Pier Paolo Giarolo, e su cui trovano spazio proiettore e schermo

La locandina dell'evento (© Videomante)

UDINE – Come agli albori del cinema, quando l'industria cinematografica non si era ancora sviluppata e le sale di proiezione erano privilegio di poche città, Cinemambulante porta i film nelle piazze della regione Friuli Venezia Giulia, spingendosi fin oltre confine, in Slovenia e Austria. Cinemambulante è infatti un festival, il festival del cinema itinerante (ideato da Erica Barbiani e Elena Vera Tomasin della cooperativa Videomante), la cui prima edizione si svolgerà dal 9 al 19 giugno.

Il programma prevede otto serate tutte a ingresso libero
Ciascuna è dedicata a un'opera realizzata in Friuli Venezia Giulia e la sua proiezione è preceduta, alle 20.30, da una piccola lezione di cinema curata e condotta da chi quell'opera l'ha realizzata o al cui successo ha contribuito. Tratto distintivo del festival è l'Orsetto, un vecchio furgoncino rosso fiamma Om, allestito dal regista di documentari Pier Paolo Giarolo, e su cui trovano spazio proiettore e schermo. Il grande spettacolo di Cinemambulante (qui il programma nel dettaglio), dunque, crea per il pubblico una inedita e preziosa occasione di conoscenza della produzione e della vita cinematografica del Friuli Venezia Giulia dando la parola ad autori, produttori, registi e distributori. Così facendo, inoltre, si rafforza il legame tra il cinema regionale e il suo pubblico.

Si comincia dalla città ducale
Cinemambulante prende il via giovedì 9 giugno da Cividale del Friuli dove alle 20.30 apre ufficialmente la piccola scuola di cinema Niccolò Ammaniti. Lo scrittore incontra il pubblico in qualità di regista del suo The Good Life, sua prima prova dietro la macchina da presa, di cui percorre genesi e produzione. Segue la proiezione del documentario che vede come protagonisti tre uomini migrati in India per inseguire un sogno di liberazione e amore.

Gli altri appuntamenti
Venerdì 10 giugno si varca il confine sloveno e si raggiunge Smartno dove alle 20.30 il pubblico incontra Miha Černec, produttore di ‘Zoran, il mio nipote scemo’ di Matteo Oletto.
Sabato 11 giugno si torna in regione, precisamente a San Giovanni al Natisone, frazione Dolegnano. Qui in programma c'è l'incontro alle 20.30 con Nadia Trevisan, produttrice di ‘Tir’ di Alberto Fasulo, Miglior Film alla Festa del cinema di Roma e Premio Solinas per la sceneggiatura.
Il primo weekend di Cinemambulante si chiude domenica 12 giugno ad Aquileia, località Monastero, con la lezione di cinema di Erica Barbiani e Pier Paolo Giarolo, rispettivamente produttrice e regista de ‘La rosa di Valentino’.
Il programma di Cinemambulante riprende giovedì 16 giugno a Gradisca d'Isonzo. Qui al Parco del Castello alle 20.30 la lezione di cinema viene condotta dal matchmaker Alessandro Gropplero e dalla storica dell'arte e Art Director Paola Bristot. Segue la proiezione di una selezione di veri e propri gioiellini del cinema breve: da Recycling Project, film collettivo prodotto da Vivacomix, ad Habibi, Nastro d'Argento 2011, diretto da Davide del Degan, il regista che quest'anno a Cannes ha presentato L’ultima spiaggia sullo storico stabilimento balneare triestino Pedocin.
Venerdì 17 giugno il festival fa tappa in Austria, a Villach dove, in Kaiser Joseph Platz, alle 20.30 il pubblico incontra Carlo Zoratti, regista The Special Need.
Si prosegue sabato 18 giugno a Malborghetto. Alle 20.30 a Palazzo Veneziano la piccola lezione di cinema viene curata da Marco Villotta in rappresentanza della Tucker Film, la casa di distribuzione di L'estate di Giacomo di Alessandro Comodin.
La chiusura in bellezza di Cinemambulante è in programma domenica 19 giugno, a Fagagna. Alle 20.30 in Piazza Unità d'Italia, l'incontro con Ivan Gergolet, il regista di Dancing With Maria, precede la proiezione della sua opera di produzione italo argentina che ha a dir poco conquistato la critica internazionale.

Qui tutto il programma dettagliato.