Il caso

La formazione che migliora il fatturato

Lo dimostra Euro&Promos che punta sulla formazione qualificante delle sue risorse: nel 2015 1 milione di euro investiti, 3.800 ore erogate e l’istituzione di una figura dedicata all’organizational development

La sede dell'azienda (© Euro&Promos)

UDINE - Formazione e aggiornamento professionale sono le chiavi per stare sul mercato. Soprattutto nel settore dei servizi. Ne è convinta la Euro&Promos FM, società di Udine che negli ultimi anni è diventata una realtà di primo piano a livello nazionale nel mondo del facility management (pulizia, movimentazione, logistica, energia, servizi culturali e assistenza socio sanitaria).

Formare per crescere
La prossima assemblea discuterà un bilancio 2015 che si è chiuso a quota 96 milioni e seicentomila euro, +13,6% rispetto all’esercizio precedente. In questa performance hanno pesato diversificazione, innovazione, attenzione al cliente e gestione oculata, certo; ma c’è un altro aspetto fondamentale: «La formazione dei nostri dipendenti è alla base della nostra crescita. Nel 2015 abbiamo investito in questo settore quasi 1 milione di euro» spiega il presidente di Euro&Promos Sergio Emidio Bini.

Novità l’organizational development
La novità 2015 è l’inserimento nell’organigramma di una nuova figura aziendale dedicata all’organizational development, con il compito, fra gli altri, ì di presidiare lo sviluppo formativo e le competenze professionali delle risorse. «Grazie al nostro investimento in formazione abbiamo potuto fornire al mercato le competenze che esso ricerca –commenta sempre Bini– Competenze che, nel settore dei servizi, sono sempre in evoluzione. Per questo puntiamo sulla formazione permanente con corsi periodici di aggiornamento, perfezionamento e specializzazione, sia nella sede di Udine sia nelle nostre sedi su tutto il territorio italiano». Questo approccio non solo ha consentito a Euro&Promos di crescere, ma ha avuto anche effetti positivi sul territorio e sulle persone. «Un’industria avanzata è possibile solo se supportata da servizi avanzati – sostiene Bini–. Inoltre i nostri dipendenti sono fortemente motivati dalla possibilità di aggiornamento continuo e crescita personale, con l’acquisizione di competenze spendibili sul mercato del lavoro».