Il 18 e il 19 giugno

Va in scena la Festa della Miniera del Resartico

Il programma avrà inizio al mattino della domenica, ma sono previste delle anticipazioni anche nel sabato

L'interno della miniera durante un'escursione (© Parco naturale regionale delle Prealpi Giulie)

RESIA - Domenica 19 giugno il Parco naturale regionale delle Prealpi Giulie ospiterà l’ormai tradizionale appuntamento con la Festa della Miniera del Resartico. Si tratta di un evento che vuole mettere in luce una delle caratteristiche più peculiari dell’area protetta, rappresentata dallo straordinario patrimonio geologico della Valle del Resartico, lungo il versante settentrionale del Monte Plauris.

Un po’ di storia…
Qui dalla fine dell’ottocento fino ai primi anni cinquanta, nella miniera accessibile dal borgo minerario a 900 metri si estraevano gli scisti bituminosi, un minerale bruno, leggero e di facile infiammabilità. Portato a valle, a Resiutta, veniva distillato per estrarne olii minerali pesanti. Proprio quell’olio fu il combustibile per la prima illuminazione pubblica della città di Udine. La trasformazione permetteva anche di ottenere l’ittiolo, prodotto per uso farmaceutico. L’attività estrattiva fu per oltre un secolo una delle principali fonti di reddito per gli abitanti di Resiutta. Proprio per questo motivo l’Ente parco in collaborazione con il locale Comune ha voluto negli ultimi anni dare visibilità a questa realtà realizzando una serie di interventi.

Cosa si prevede
In programma quindi una facile escursione guidata, gratuita, organizzata in occasione della Festa, che partirà alle 9 dalla sede della Mostra della Miniera a Resiutta e percorrerà la valle del Rio Resartico per arrivare verso le 12 al borgo minerario. Qui, alle 12.30, vi sarà un incontro conviviale per tutti i partecipanti che successivamente potranno entrare nella galleria principale della miniera, dove avranno la possibilità di toccare con mano le venature bituminose e comprendere il duro lavoro svolto in passato dai minatori. Per agevolare la partecipazione sarà anche disponibile un servizio di trasporto dal parcheggio di Povici di Sopra al guado del Rio Resartico. Quest’anno la Festa si tiene nell’ambito del Festival delle Alpi, una manifestazione che vede svolgersi decine di eventi in contemporanea su tutto l’Arco Alpino il 18 e 19 di giugno.

Un’anticipazione il 18
Proprio all’interno di questo grande contenitore di eventi, sempre a Resiutta, si svolgerà sabato 18 l’incontro denominato «Nelle montagne di Ignazio Piussi: il lavoro e l’economia in montagna ieri e oggi». Prendendo spunto dalla figura di questo importante alpinista ricercatori ed esperti si confronteranno sulla storia e sulle prospettive del lavoro nell’area montana friulana. I principali contributi verranno da Alessio Fornasin (Università di Udine), Alessandro Piussi e Sergio Zilli (Università di Trieste). L’intera manifestazione nasce dalla collaborazione del Parco e del Comune di Resiutta con il Club Alpino Italiano – Friuli Venezia Giulia e l’ONLUS Ignazio Piussi e grazie al supporto della Pro Loco di Resiutta.