Il protagonista è Eze Darlinton

Una storia di integrazione ad Artegna

L'esempio di un «giovanotto nigeriano in Italia da 10 anni» che si è reso disponibile per lo sfalcio della collina del Castello. Leo Poldini: «Con apprezzabile entusiasmo si è reso disponibile per lo sfalcio dell'erba sulla nostra splendida collina»

Eze Darlinton (© Facebook)

ARTEGNA – Una bella storia di integrazione, come ce ne sono molte in Friuli, arriva da Artegna. A segnalarla è Leo Poldini, che sul gruppo ‘Sei di Artegna se…’ ha voluto dedicare un post a Eze Darlinton, «giovanotto nigeriano in Italia da 10 anni e ad Artegna da 8 mesi».

«Con apprezzabile entusiasmo – scrive Poldini – si è reso disponibile per lo sfalcio dell'erba sulla nostra splendida collina. Il miglior esempio di integrazione nella nostra comunità. Ovviamente si è iscritto nel gruppo dei volontari e domenica mattina è partito con decespugliatore e bona volontà! In meno di 2 ore abbiamo fatto tutta la 'rive del Castello'. Non avrei mai pensato – aggiunge – la cura del verde di Artegna potesse avvalersi del valido contributo di un ragazzo nero scappato dall'Africa per far fortuna da noi».

Il post di Leo Poldini si conclude così: «Complimenti Darlinton, questi sono gli extracomunitari che vogliamo avere, volenterosi, cortesi e grandi lavoratori!».