Si parte il 26 giugno

Riapre malga Montasio per un'estate ricca di eventi

Non solo spaccio. Non solo agriturismo. Non solo un luogo mozzafiato: l'Altopiano diventa luogo di aggregazione e di appuntamenti di richiamo. Il merito è dell'Associazione allevatori

La presentazione della stagione in malga (© Allevatori Fvg)

CHIUSAFORTE - Non solo spaccio. Non solo agriturismo. Non solo un luogo mozzafiato in cui potersi svegliare ascoltando le campane delle mucche al pascolo. Da quest’anno Malga Montasio è molto di più grazie al rinnovato impegno dell’Associazione allevatori Fvg che da anni la gestisce direttamente. Non servono presentazioni per quest’angolo mozzafiato, scelto dal Giro d’Italia per il primo arrivo in malga della sua lunga storia, nume tutelare dell’unico formaggio dop del comparto lattiero-caseario regionale, simbolo del ricco e articolato sistema malghivo locale. Al suo già notevolissimo curriculum, l’altopiano del Montasio si accinge quest’anno ad aggiungere esperienze nuove grazie all’impegno dell’Associazione allevatori del Fvg e alla complicità di sodalizi e aziende che hanno deciso di salire in quota per animare una serie di giornate che si annunciano imperdibili.

Otto eventi animeranno l'estate in malga 
A battezzare il cartellone degli ‘Eventi in Malga’ sarà la distilleria Nonino di Percoto il prossimo 26 giugno mentre a chiudere il sipario sulla stagione sarà la Festa della transumanza in programma l’11 settembre. Otto eventi in tutto animeranno dunque l’estate sull’altopiano che è già meta di centinaia di persone ogni settimana. Escursionisti, ciclisti ma soprattutto tante famiglie, che raggiungono l’agriturismo, a quota 1.500 metri, per concedersi una giornata di tranquillità, tra mucche e marmotte, a nemmeno un’ora di macchina di Udine. «Un’occasione per stare in mezzo alla natura e scoprire alcune delle produzioni di eccellenza della nostra regione - ha detto stamattina aprendo la conferenza stampa di presentazione del cartellone, ospitata nella sala Pasolini della Regione, il direttore dell’associazione  Andrea Lugo -. Il tutto a un passo dagli animali che sono alpeggiati dallo scorso venerdì. Chi verrà a farci visita troverà 133 bovine da latte e 87 manze per un totale di 220 capi».

Grappe e formaggi protagonisti
Assieme a Lugo sono intervenuti tra gli altri il presidente del sodalizio Renzo Livoni, il direttore generale dell’Ersa, Paolo Stefanelli, e Antonella Nonino per le distillerie di Percoto.
«La nostra famiglia ha sempre amato il ‘Formadi di Mont’ fin dai tempi di Gianni Cosetti. Un legame che abbiamo avuto il desiderio di celebrare arrivando direttamente in malga dove faremo assaggiare (l’ingresso alla degustazione sarà libero) ai visitatori straordinari abbinamenti tra il Montasio e i formaggi prodotti in malga con le nostre grappe». L’appuntamento con le signore della grappa è fissato per il 26 giugno. «Inizieremo alle 10.30 - ha proseguito l’imprenditrice - e proseguiremo a suon di abbinamenti per tutta la giornata. Abbinando i nostri distillati alla dop, ma anche alle ricotte, ai dolci a base di formaggio prodotti in loco».
Grappe, ma anche vini, pane e prodotti trasformati come il frico. Negli 8 appuntamenti organizzati dall’associazione allevatori si andrà così alla scoperta di una significativa parte del paniere agroalimentare regionale. Non poteva mancare, quindi, tra i partner, l'Ersa.