25 e 26 giugno

Border Wine: nasce il primo Salone transfrontaliero del Vino Naturale

25 cantine da Italia, Austria, Slovenja e domenica sera gran finale con la cena delle chef Antonia Klugmann e Ana Ro¨

Border Wine arriva a Cividale, prima edizione per il Salone transfrontaliero del Vino Naturale (© Border Wine)

UDINE - Border Wine è il primo Salone transfrontaliero del vino naturale, l’unico evento dedicato al vino coltivato e prodotto secondo rigidi parametri che coinvolge le cantine  produttrici dei 3 paesi confinanti: Italia, Austria e Slovenja. Con patrocinio del comune di Cividale del Friuli, saranno oltre 25 le cantine che sabato 25 e domenica 26 giugno esporranno e faranno degustare i propri vini nel bellissimo Castello di Canussio (Cividale del Friuli)

Passato e futuro si fondono
Nato dall’idea di tre giovani imprenditori friulani appassionati di vino, Border Wine guarda al passato e al «fare le cose come una volta» con uno sguardo proiettato al futuro dell’agricoltura e dell’enologia che sempre di più devono tener conto sia del rispetto delle risorse ambientali, sia delle sempre crescenti allergie e patologie legate alla «chimica» dei vini. Il vino naturale è quello che nasce dal minor numero di lavorazioni e interventi sia in vigna sia in cantina: parte dalla scelta dei terreni e dal rispetto della loro biodiversità, non utilizza alcun pesticida o additivo ed esclude ogni tipo di manipolazione chimica o fisica.

Il programma della due giorni
Durante le due giornate saranno organizzati incontri e conferenze con i produttori, gli enologi e i sommelier per approfondire o iniziare a conoscere le caratteristiche dei vini naturali. Sabato 25, nel pomeriggio, alle 17, SlowWine Fvg presenterà una speciale degustazione guidata che «abbatterà i confini» e metterà a confronto lo stesso vino di produttori e paesi diversi. Domenica 26, alle 16.30, il dottor Pier Giorgio Comuzzo della facoltà di Agraria dell’Università di Udine spiegherà «come orientarsi nel mondo dei solfiti», intolleranza alimentare di cui soffrono sempre più persone. Ospite d’onore Aurelio del Bono, patron di Casa Caterina, l’azienda di bollicine Franciacorta a conduzione naturale.

BorderWine è anche passione per la cucina e la gastronomia
Sabato 25 si potranno degustare le proposte del famoso ristorante Lokanda Devetak 1870 di San Michele del Carso. Domenica 26 MAMM, la Ciclofocacceria di Udine, farà assaggiare le proprie specialità a base di lievito madre e le mozzarelle preparate a mano sul momento da un esperto artigiano. Domenica sera alle 20.30 il gran finale con la cena BorderWine al Ristorante Al Fortino di Cividale dove Italia e Slovenja si incontrano davanti ai fornelli con due grandissime donne chef: la neo stellata Antonia Klugmann de L’Argine di Vencò e Ana Roš del ristorante Hiša Franko di Kobarid (Caporetto). Per tutte le informazioni su orari e prezzi e per le prenotazioni scrivere a info@borderwine.eu

Le cantine partecipanti
Dal Carso, Friuli Venezia Giulia: Zidarich, Skerk, Skerlji;
Dal Collio, Friuli Venezia Giulia: Radikon, La Castellada, Terpin, Paraschos, Bressan, Podversic, Dario Princic, Ferlat;
Dai Colli Orientali, Friuli Venezia Giulia: Ronco Severo, Aquila del Torre, Marco Sara.
Dal Veneto: Costadilà
Dall’Austria: Weingut Tauss, Andrea & Elisabeth Tscheppe, Maria & Sepp Muster, Werlitsch, Bretz Jorg, Georgium, Wachau. Dalla Slovenja: Klinec, Aci Urbajs, Slavcek, Mlecnick, Rencel, Nando, Ducal, Klabjan, Stekar, Stemberger, Sumenjak, Marinko Consorzio Uou, Guerila, Kristian Keber, Batic, Cotar.

Informazioni
L’ingresso a BorderWine costa 15 euro che include il calice e la degustazione completa di tutte le cantine. I soci Slow Food hanno diritto ad un sconto sul prezzo d’ingresso. L’evento è organizzato con il supporto dei main sponsor Banca di Cividale e BluEnergy e con il contribuito di Prontoauto, Società Bilanciai, Goccia di Carnia, Coop Premariacco, G.S.E. srl, Enofriuli del Gruppo Saida, Lavanderia Adriatica, Luce Group.

www.borderwine.eu