In Friuli, nel 2015, quasi 8 mila interventi

Vigili del Fuoco: carenza cronica di personale

La Federazione Nazionale lancia l'allarme e si appella al ministro Alfano: «Servono nuovi effettivi per garantire la sicurezza dei cittadini»

Appello per nuovi Vigili del Fuoco in Fvg (© Adobe stock)

UDINE – Il rischio terrorismo è sempre più alto in tutta Europa, e a garantire la sicurezza e il soccorso pubblico dei cittadini ci pensa anche il Corpo dei Vigili del Fuoco. Una realtà che in Friuli è ben radicata ma che sconta una carenza di personale.
Nonostante questo, nel 2015, i Vigili del Fuoco sono riusciti a garantire quasi 8 mila interventi, 1.800 dei quali per richieste di incendi, 1.344 per aperture di porte e finestre, 810 interventi per incidenti stradali e quasi altrettanti soccorsi a persone.

La Federazione Nazionale Coordinamenti Vigili del Fuoco, però, lanca l’allarme. «Il Corpo nazionale ha tra i sui compiti istituzionali anche un ruolo esclusivo nella difesa civile contro la minaccia di attentati terroristici compresi quelli non convenzionali attuati con armi chimiche e batteriologiche, che insieme a tutti gli altri compiti e ai nuovi compiti in materia di lotta agli incendi boschivi, rappresentano la macchina del soccorso tecnico urgente.  Taluni provvedimenti normativi approvati nel corso delle ultime legislature con il fine di fronteggiare la crisi economica che ha investito il Paese – aggiunge – hanno tuttavia avuto l'effetto di limitare le risorse a disposizione del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile compromettendone molto spesso l'operatività».

«Oggi vi è una carenza cronica di organico all’interno del Corpo Nazionale dei vigili del fuoco, al di sotto di quelli che sono gli standard europei – evidenzia ancora la Fncvvf –. Al momento, per il 2016, è prevista l’assunzione di poco più di un centinaio di unità. Per questo chiediamo che il Governo per tramite del Ministro dell’Interno Angelino Alfano, si adoperi affinché ci siano provvedimenti in favore di materie riguardanti la sicurezza, e che venga previsto lo stanziamento di fondi extra tali da consentire l’immissione in ruolo di ulteriori Vigili del Fuoco permanenti. Si tratterebbe di personale già disponibile in quanto proveniente dalle graduatorie in corso di validità e che consentirebbe di potenziare gli organici nell’immediato».