27 luglio 2017
Aggiornato 00:30
Incontro tra Prefetto, Questore, Comune e Ferrovie

Il sottopasso ferroviario resterà aperto anche di giorno

Il sindaco Honsell: «Prenderemo in carico la gestione del sottopassaggio formalizzando la richiesta già oggi per la cessione a titolo di comodato gratuito»

L'ingresso del sottopasso (© Diario di Udine)

UDINE - «Il Comune prenderà in carico il sottopassaggio lasciandolo aperto di giorno. Già oggi, quindi, invieremo una lettera per la richiesta di cessione a titolo di comodato gratuito. In questo modo sarà il Comune a gestirlo mettendolo in sicurezza in tutte le forme con cui gestisce già tutti i sottopassaggi di Udine».
Così il sindaco di Udine, Furio Honsell al termine dell'incontro convocato per la mattinata del 15 giugno, in Prefettura, per risolvere la questione dell'annunciata chiusura da parte di Ferrovie del sottopassaggio pedonale che collega viale Europa Unita a via della Cernaia  (all'altezza di via San Martino).

«Ringrazio Sua Eccellenza il prefetto Vittorio Zappalorto e il questore Claudio Cracovia – prosegue Honsell – per la tempestiva organizzazione di questo incontro con i responsabili di Rfi  così da trovare urgentemente una soluzione. Una chiusura definitiva del sottopassaggio, infatti, avrebbe provocato un oggettivo ostacolo al movimento dei cittadini, residenti e pendolari».
Ferrovie, lo ricordiamo, aveva annunciato sui giornali l'intenzione di chiudere giorno e notte il sottopassaggio pedonale di sua proprietà che collega viale Europa Unita con via della Cernaia. In quel corridoio di collegamento sotto la ferrovia, che si trova a destra della stazione, qualche settimana si era verificato un episodio di molestie ai danni di una donna udinese.

«Abbiamo chiarito anche – conlcude Honsell – che fino a quando non saranno sistemati i cancelli per la chiusura notturna, ci sarà un'intensificazione dei controlli così da potenziare la sicurezza nella zona».