22 novembre 2019
Aggiornato 03:00
Opera inaugurata a giugno

Canale di Panama: il contributo dell'ateneo nella progettazione delle paratoie

Guarnizioni e appoggi strutturali studiati e sperimentati dal gruppo di ricerca di Gaetano Russo grazie a due convenzioni con Cimolai e Industrie Ilpea
Le paratoie realizzate anche con il contributo dell'UniUd
Le paratoie realizzate anche con il contributo dell'UniUd

UDINE – C’è anche il contributo dell’Università di Udine nella realizzazione delle 16 paratoie in acciaio, alte fino a 33 metri e costruite dalla Cimolai, del nuovo canale di Panama inaugurato il giugno scorso. L’Ateneo friulano infatti ha progettato e testato nei laboratori universitari, le guarnizioni in gomma con anima in acciaio e gli appoggi strutturali verticali e orizzontali in acciaio-gomma delle paratoie. Lo studio e la sperimentazione dei due elementi è stata condotta dal gruppo di ricerca coordinato da Gaetano Russo e composto da Andrea Cortesia, Igino Pitacco e Guido Tognan. La cooperazione scientifica dell’Università di Udine si è svolta sulla base di due convenzioni con la Cimolai e la Industrie Ilpea stipulate dall’ex Dipartimento di ingegneria civile e architettura ora confluito nel nuovo Dipartimento politecnico di ingegneria e architettura.

Il team dell’Università ha fornito una prima collaborazione alla Cimolai progettando le guarnizioni delle paratoie ed effettuando le prove sperimentali nel Laboratorio ufficiale prove materiali e strutture dell’Ateneo. I profili (J-Seal), in gomma-acciaio, si sviluppano per tutta l’altezza e il lato inferiore delle paratoie allo scopo di assicurare la tenuta idraulica.
La seconda attività, per conto della Industrie Ilpea, ha riguardato la progettazione degli appoggi strutturali delle paratoie. Gli appoggi verticali, posti sotto le paratoie, hanno la funzione di sorreggerle in determinate condizioni di funzionamento. Gli appoggi orizzontali, posizionati lungo il perimetro, impediscono che gli ingenti carichi esercitati dall’acqua sulle paratoie vengano scaricati direttamente ed esclusivamente sulla guarnizione di tenuta, compromettendone funzionamento e durata.

La costruzione delle guarnizioni e degli appoggi strutturali è stata effettuata dalla Industrie Ilpea nello stabilimento di Orcenico di Zoppola (Pordenone).